Avviato l’iter per la costituzione del Comune Unico della penisola sorrentina

penisola_sorrentina111

Istituzione del Comune Unico, con la fusione delle sei città della penisola sorrentina. Costituzione di un tavolo tecnico, incaricato di studiare ed approfondire i passaggi da compiere, di programmare gli incontri con cittadini ed associazioni del territorio, per giungere all’approvazione del progetto nei vari Consigli comunali, fino al referendum.

E’ quanto emerso dalla riunione tenutasi nella serata di ieri presso il Comune di Sorrento, alla presenza dei sindaci di Sorrento, Giuseppe Cuomo, Massa Lubrense, Lorenzo Balduccelli, Sant’Agnello, Piergiorgio Sagristani, Piano di Sorrento, Giovanni Ruggiero e dell’assessore Gennaro Cinque in rappresentanza del Comune di Vico Equense.

“Entro la fine della prossima settimana – ha spiegato Cuomo – ogni sindaco dovrà indicare il nome del tecnico incaricato di seguire l’iter del progetto. Il tavolo di lavoro sarà coordinato dal professor Francesco Saverio Ciampa, scelto tra i promotori di tale iniziativa, al di là di ogni schieramento partitico. La riunione di ieri è servita per fugare il campo da dubbi. Abbiamo escluso la forma di aggregazione prevista dall’Unione dei Comuni. Invece si inizierà contemporaneamente ad associarsi, per gestire insieme alcuni servizi come la Protezione Civile. Siamo convinti che solo il Comune Unico possa garantire tanti vantaggi per cittadini e imprese”.

“Come ausilio ci sarà il Formez, che è già incaricato dalla Regione Campania di prendere in esame gli studi di fattibilità su queste questioni, senza oneri economici a carico degli enti – conclude Cuomo -. Oggi iniziamo un percorso importante che ci farà conoscere l’utilità di stare insieme, e di governare finalmente l’intero territorio con un unico indirizzo politico e di uomini”.