Al via la bonifica degli alvei dei rivoli per scongiurare il rischio di allagamenti e di dissesti idrogeologici

Rivolo1

SORRENTO. Negli anni il letto dei ruscelli che attraversano il territorio comunale è stato utilizzato sempre più frequentemente per l’illecito sversamento di materiali di risulta di lavori edili e di rifiuti di ogni genere.

 

Ciò ha portato alla progressiva ostruzione dei corsi d’acqua. Una situazione che ha avuto come conseguenza gli allagamenti di strade e locali posti al piano terra dei fabbricati in concomitanza con il verificarsi di forti acquazzoni, come già avvenuto più volte anche nel corso dell’inverno.

Per risolvere il problema, l’amministrazione, attraverso un provvedimento dell’ufficio Manutenzione, ha deciso di correre ai ripari, provvedendo alla pulizia dei maggiori torrenti che attraversano il territorio comunale di Sorrento. Operazione affidata ad una ditta esterna in quanto l’ente di piazza Sant’Antonino non dispone in organico delle maestranze adatte allo svolgimento di questo tipo di lavoro, né dell’attrezzatura necessaria.

Già a partire dai prossimi giorni, quindi, gli operai dell’impresa appaltatrice saranno impegnati nella rimozione di detriti e rifiuti vari dagli alvei dei ruscelli. In particolare gli interventi di bonifica interesseranno il corso d’acqua che da via Nastro Azzurro raggiunge il Vallone dei Mulini, dove si procederà alla disostruzione di alcuni tratti maggiormente intasati ed alla realizzazione di accorgimenti finalizzati a convogliare le acque ed impedire che si incanalino lungo la via comunale, la quale è anche in forte pendenza.

Per quanto riguarda il rivolo Atigliana, invece, è prevista la pulizia dei canali di attraversamento dei tornanti a vista o in condotta e la pulizia della canalizzazione di collegamento che sorge lungo la strada. Il ruscello Pantano sarà interessato da interventi per la disostruzione e la pulizia dell’attraversamento viario, oltre che dalla rimozione dei materiali che si trovano all’imbocco ed all’uscita. Presso il torrente San Renato si interverrà per la pulizia del tratto compreso tra la parte alta del cimitero comunale e via San Renato. Infine, il rivolo Capodimonte, sarà oggetto di lavori per la pulizia e la disostruzione del tratto di collegamento con via Capo.

Al termine della bonifica, che dovrà avvenire entro 20 giorni, la ditta è tenuta a fornire agli uffici comunali l’elenco dei materiali recuperati ed il formulario relativo al loro smaltimento secondo le modalità imposte dalla normativa.

“Si tratta di interventi che devono essere effettuati urgentemente – spiega l’assessore alla Manutenzione del Comune di Sorrento, Raffaele Apreda – anche in previsione dei forti temporali che potrebbero abbattersi sulla zona, nel periodo tra la fine dell’inverno e l’inizio della primavera. Ciò allo scopo di evitare, nei limiti del possibile, la tracimazione dei corsi d’acqua ed i conseguenti danni che ne deriverebbero alle proprietà comunali ed a quelle di soggetti privati”.

RIPRODUZIONE RISERVATA