A Sorrento il Premio Agnes con il meglio del giornalismo italiano

giuria-premio-agnes

SORRENTO. Sarà la città del Tasso ad ospitare l’ottava edizione del “Premio di Giornalismo Biagio Agnes” che si svolgerà dal 24 al 26 giugno prossimi. Si tratta di un appuntamento che lega il prestigio di celebri nomi del mondo dell’informazione e della comunicazione ad un evento che vuole valorizzare e premiare la professione giornalistica in ogni suo aspetto.

Il Premio è promosso e organizzato dalla Fondazione Biagio Agnes sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica e con i patrocini della presidenza del Consiglio dei Ministri, del ministero dei Beni e delle Attività culturali e del Turismo, della Regione Campania, dell’Ordine Nazionale dei Giornalisti, della Federazione Nazionale Stampa Italiana, dell’Unione Cattolica Stampa Italiana e dell’Unione Sindacale Giornalisti Rai.

comune-sorrento

Comune di Sorrento

L’iniziativa si articola in varie sezioni con lo scopo di esaltare il giornalismo moderno senza rinunciare a quello tradizionale. Previste, inoltre, diverse iniziative culturali collaterali: venerdì 24 giugno, alle ore 19, la Fondazione Biagio Agnes presenterà l’ultimo libro di Marcello Sorgi, editorialista de “La Stampa”, dal titolo “Colosseo vendesi. Una storia incredibile ma non troppo”; sabato 25 giugno, alle ore 17:30, è in programma il dibattito sul tema di attualità dal titolo “Sud, locomotiva d’Europa”, moderato da Bruno Vespa ed al quale sono stati invitati a partecipare: Teresa Bellanova, vice ministro dello Sviluppo economico, Dorina Bianchi, sottosegretario al ministero dei Beni e delle Attività culturali e del Turismo, Umberto Del Basso De Caro, sottosegretario al ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, Mario Oliverio, presidente della Regione Calabria, Marcello Pittella, presidente della Regione Basilicata, Vincenzo De Luca, presidente della Regione Campania e Michele Emiliano, presidente della Regione Puglia.

Bruno Vespa

La cerimonia di premiazione si terrà sabato 25 giugno con la partecipazione di alcune delle firme più illustri del mondo del giornalismo nazionale e internazionale:
Premio Internazionale: Adam Michnik, direttore e fondatore di Gazeta Wyborcza, una delle poche realtà libere e indipendenti in Polonia;
Premio alla Carriera: Sergio Lepri, oggi 97enne, direttore dell’Ansa dal 1961 al 1990;
Premio per la Carta Stampata: Luciano Fontana, direttore de Il Corriere della Sera. La storica testata quest’anno compie 140 anni;
Premio per la Televisione: Tgr, Testata Giornalistica Regionale. Ritirerà il premio il direttore Vincenzo Morgante accompagnato da alcuni tra i principali responsabili delle 24 redazioni locali;
Premio per la Radio: “Prima Pagina”, storica rassegna stampa radiofonica di Rai Radio 3;
Premio Spettacolo, Costume e Società: Barbara Palombelli, presentatrice di “Forum” su Canale 5 e Rete 4;
Premio Giornalista Scrittore: Antonio Di Bella, direttore di Rainews24, autore del libro “Je Suis Paris”. Gli ultimi capitoli sono dedicati all’attentato alla redazione di Charlie Hebdo;
Premio per la Stampa Periodica: Luigi Vicinanza, direttore de L’Espresso;
Premio Medicina e Informazione Scientifica: AdnKronos Salute, canale tematico dell’agenzia con approfondimenti e speciali sull’informazione medico-scientifica;
Premio Giovani Under 35: Claudio Cerasa, direttore de Il Foglio;
Premio Nuove Frontiere del Giornalismo: “Buongiorno dal tuo amico Sole!”, servizio con contenuti esclusivi che ogni mattina alle 6.00 fa il punto sulle Borse in America e in Asia e due rassegne stampa internazionali;
Premio Giornalista Sportivo: Ilaria D’Amico, conduttrice di Sky Sport;
Premio Speciale: Bruno Vespa, per i 20 anni di “Porta a Porta”;
Premio Speciale: Polizia Moderna, mensile ufficiale della Polizia di Stato;
Premio Speciale: Don Marco Pozza, teologo, scrittore e giornalista.
Premio Speciale: Paolo Borrometi, cronista 33enne dell’Agi che vive sotto scorta a causa dei suoi articoli sulla mafia; per questo motivo è stato insignito del titolo di Cavaliere della Repubblica dal Presidente Mattarella.

Il presidente onorario del Premio è Monica Maggioni, in qualità di presidente della Rai, mentre il presidente della giuria è Gianni Letta (nella foto in alto alcuni dei componenti la giuria).