Vuoi vivere l’avventura? Prova a viaggiare in Circum

Circum-notte

Quando viaggiare con la Circum diventa un’impresa. L’altra sera, alle 21.30, Francesco raggiunge la stazione di Sorrento per prendere l’ultimo treno utile con destinazione Napoli, partenza ore 21.37. Un annuncio avverte che il convoglio è atteso con 20 minuti di ritardo. Dopo un po’ la rettifica; il ritardo è di 40 minuti.

“In un paese come il nostro – racconta il passeggero sui social – è lecito aspettarsi un ritardo del treno e che sia destinato ad aumentare, ma è davvero sconfortante dover assistere a ritardi e disagi continui su un unico treno”. Fino a questo punto i viaggiatori hanno sopportato con rassegnazione quei minuti in più di attesa alla stazione.

Ma la vicenda non si è ancora conclusa. I passeggeri salgono sul treno con la speranza di partire, ma dopo pochi minuti sono costretti a scendere di nuovo, una scena che si ripete per ben tre volte. Sempre più increduli, gli utenti del servizio chiedono spiegazioni agli addetti ai lavori, senza avere una risposta chiara e lineare del problema.

“Ci riversiamo nuovamente fuori dal treno, in attesa di ripartire – dice Francesco – ed eseguite le procedure tecniche, probabilmente lo sganciamento di un vagone, partiamo alle 23.05, dopo circa un’ora e mezza di ritardo e, considerato che il viaggio dura in totale un’ora e venti minuti circa, resta lo sconforto di apprendere che i trasporti Eav sono davvero al collasso”.