Il voto a Meta: Le proposte di Antonelli, Tito e Viggiano

Elezioni-comunali

META. In vista del rush finale della campagna elettorale, i tre candidati alla poltrona di primo cittadino si confrontano sui programmi. L’obiettivo è di ottenere il consenso degl indecisi. Il rilancio del turismo, la sicurezza ed i progetti per i giovani, questi gli argomenti sui quali puntano Bruno Antonelli, Giuseppe Tito ed Antonella Viggiano per arrivare alla guida della città.

bruno-antonelli

Il primo è già stato sindaco del Comune costiero dal 2005 al 2009, quando venne sconfitto da Paolo Trapani per una manciata di voti. Ora ci riprova alla guida della lista “Meta Ora”. Per quanto riguarda le priorità, il chirurgo Bruno Antonelli afferma di “puntare a riordinare la viabilità con la realizzazione dei parcheggi già previsti e non realizzati nel corso degli ultimi 5 anni”. In caso di elezione promette di impegnarsi per “la manutenzione delle strade e per un maggiore decoro pubblico, intendendo anche dare nuovo slancio ai servizi sociali”. Antonelli lancia anche una provocazione: “se indosserò la fascia di sindaco devolverò gli emolumenti, al netto delle coperture assicurative per la carica, a favore delle iniziative per i giovani ed i servizi sociali”.

giuseppe-tito1

Giuseppe Tito è stato assessore al Bilancio della Giunta Trapani. Questa volta ha deciso di mettersi in gioco puntando direttamente alla poltrona di sindaco alla testa del gruppo “Patto per Meta”. Tito, imprenditore nel settore turistico, intende dare nuovo impulso al comparto dell’ospitalità “realizzando un sistema di sinergie tra commercianti, albergatori, titolari di lidi balneari e ristoratori, il tutto anche nell’ottica di un rilancio occupazionale”. Nel primo periodo del proprio mandato, in caso di investitura, l’ex assessore afferma di essere intenzionato ad “assumere 20 agenti della polizia municipale a tempo determinato per il periodo estivo, mentre saranno attivate aree di sosta temporanee e si provvederà alla rimozione della fontana di piazza Casale, come chiedono i cittadini”.

antonella-viggiano

Antonella Viggiano ha ricoperto l’incarico di vice sindaco nei 5 anni dell’amministrazione targata Antonelli. E’ un architetto prestato alla politica che ha fondato il movimento “Meta Comune”. Come tecnico, quindi, punta ad “una seria pianificazione urbanistica dopo l’immobilismo degli ultimi anni”. Al tempo stesso la Viggiano ha come punti nevralgici del proprio programma “la riduzione della pressione fiscale e maggiori relazioni con gli altri enti locali per uscire dall’isolamento in cui versa la città”. Tra i primi punti all’ordine del giorno del suo mandato, in caso di elezione, c’è “il potenziamento della sicurezza del territorio in vista della stagione balneare ed anche il rilancio del comparto turistico. Particolare attenzione, inoltre, sarà riservata al settore del sociale”.