Capri Watch fashion & Accessories

Vico Equense alle prese con una nuova ondata di contagi, appello del sindaco

andrea-buonocore

“La nostra comunità, sin dall’inizio della pandemia, non si è mai trovata ad affrontare dati allarmistici e preoccupanti come quelli che ci troviamo a vivere in questi giorni. Il numero dei contagiati cresce a ritmi impressionanti e, ahimè, il numero dei decessi nell’ultima settimana ci ha messi a dura prova. Abbiamo dovuto dire addio a persone che hanno fatto del lavoro e dell’amore per la famiglia i cardini della propria esistenza”. Sono le allarmanti parole del sindaco di Vico Equense, Andrea Buonocore. In pochi giorni la sua città è passata da appena 20 positivi al Covid a 119. In una sola settimana, inoltre, ci sono state tre morti legate al coronavirus.

“Siamo ancora una volta, a distanza di un anno, a vivere le restrizioni della zona rossa, ma, sembra, l’esperienza non sia stata maestra – ammonisce Buonocore -. Ci ritroviamo, ancora una volta, a dover ripetere le regole basilari per la lotta al Covid-19: mantenere il distanziamento, disinfettare le mani, non toccarci naso, occhi e bocca ed evitare occasioni di assembramento”.

Da ciò l’appello ai propri concittadini: “Viviamo tutti uno stato di tensione, di incertezza, di paura, ma, oggi più che mai, dobbiamo tenere comportamenti corretti e responsabili. Anche l’esecuzione dei tamponi deve essere fatta con diligenza e responsabilità. Ai medici è affidato il compito di prenotarli e collocarli in piattaforma, rispettando tempi e procedure”.

“Alcuni colleghi sindaci – aggiunge – sono già stati costretti ad applicare regole ancora più ferree e controlli ancora più serrati. Faccio nuovamente appello al vostro senso civico, alla vostra responsabilità ed al rispetto verso il prossimo: rispettiamo le regole prima che sia troppo tardi. Da primo cittadino farò tutto ciò che occorre affinché sia evitato il peggio. Manteniamo viva la speranza. La campagna di vaccinazione prosegue alacremente – conclude il sindaco di Vico Equense -. Aiutiamoci l’un l’altro rispettando le regole”.