Capri Watch, fashion accessories

Via libera del prefetto al piano di accoglienza dei migranti

migranti-penisola-sorrentina

SORRENTO. Il prefetto di Napoli, Carmela Pagano, ha dato il proprio ok al patto tra diocesi e amministrazioni comunali per l’accoglienza dei migranti. Via libera arrivato nel corso del summit che si è tenuto ieri pomeriggio. Il ministero dell’Interno, ha previsto che i Comuni dovrebbero ospitare un migrante ogni 3mila abitanti. Di conseguenza, i sei centri della costiera sorrentina dovrebbero complessivamente trovare posto a circa 240 rifugiati.

I sindaci, però, come hanno ribadito al prefetto, ritengono di non disporre di immobili idonei a questo scopo così come sembrano non esserci cittadini che vogliano mettere appartamenti di loro proprietà a disposizione dei profughi. Da ciò l’accordo in base al quale la diocesi di Sorrento-Castellammare di Stabia ospiterebbe un certo numero di migranti nell’immobile della curia annesso alla cattedrale di Sorrento.

Ma non basta. C’è, infatti, bisogno di ulteriori spazi per raggiungere l’obiettivo dei 240 posti. Per questo i sindaci sembrano intenzionati a sondare la disponibilità di parrocchie ed ordini religiosi nella speranza che questi si facciano carico dell’accoglienza. Il patto Diocesi-Comuni, comunque, non è l’unica soluzione sul tavolo.

Al vaglio ci sono altre tre ipotesi. In base alla prima, ciascun Comune potrebbe aderire al protocollo Anci ottenendo così fondi per la ristrutturazione di un immobile nel quale ospitare i migranti. In base alla seconda, invece, ciascuna amministrazione potrebbe concedere un edificio in uso alla Prefettura: in questo caso, il numero dei rifugiati da accogliere potrebbe essere dimezzato. L’ultima eventualità prevede che sia l’ufficio territoriale di governo a individuare le strutture della Costiera in cui dare alloggio ai migranti.

Venerdì prossimo alle 11 i sindaci si incontreranno di nuovo per fare il punto della situazione ed elaborare un documento condiviso che dovrà essere trasmesso alla Prefettura.