Via Correale, ancora crepe e voragini nell’asfalto sottile

Voragine-correale22

SORRENTO. “E’ come camminare su una lastra di ghiaccio” questo era il pensiero dei presenti che stamane, intorno alle 11, hanno assistito alle operazioni di messa in sicurezza del tratto di via Correale che si trova al di sotto di piazza Lauro.

 

Ai lati di un tombino, che sorge al centro della carreggiata, si sono formate delle crepe profonde dalle quali era possibile intravedere il vuoto sottostante. Una sensazione strana, perché sembrava che l’asfalto fosse sottilissimo e particolarmente fragile: “come camminare su una lastra di ghiaccio” appunto.

Proprio quel tratto di via Correale non è nuovo a voragini e crolli: alcuni mesi fa, infatti, lungo il marciapiede, a pochi metri da dove si trova il tombino, si aprì una voragine di circa un metro quadrato. Anche all’ora il crollo si verificò dopo un nubifragio, perché proprio in quella zona, nel sottosuolo, alcuni rivi portano le acque piovane al mare, sgretolando e indebolendo le pareti e di conseguenza l’asfalto.

Una situazione che prima o poi andrà risolta, prima che sia un fatto di cronaca ad accendere i riflettori su un problema evidente.

RIPRODUZIONE RISERVATA