Venerdì prederà il via a Sant’Agata la seconda edizione
 de “Intricanti Music Festival”

intricanti

MASSA LUBRENSE. Ritmi e danze della tradizione popolare dell’area mediterranea, una kermesse di approfondimento e riscoperta della musica che caratterizza gente di ogni epoca. Un cocktail di suoni ed emozioni a Sant’Agata sui due golfi, da venerdì 26 a lunedì 29 prossimi, nella suggestiva cornice di villa Cerulli, in via Reola, attigua alla scuola media Pulcarelli.

 

È il carnet della seconda edizione di Intricanti Music Festival, la manifestazione promossa dalla Pro Loco due Golfi, presieduta da Giovanni  Esposito, con il patrocinio e contributo del Comune di Massa Lubrense, dell’Area Marina Protetta Punta Campanella, del Consorzio Terra Delle Sirene, la collaborazione dell’Associazione Arteteca  e di sponsor locali. Intricanti Music Festival verrà inaugurata venerdì alle ore 16.30 dal Workshow “Come suona il caos” con Capone & Bungt Bangt; alle ore 21.30, “The revolutionist of Junk sound” Capone & Bungt Bangt  in concerto.

Seguiranno, quindi, sabato gli appuntamenti con l’Atelier di danza e coreografia delle differenti forme di tarantella tenuto  da  Maristella  Martella (ore 11) , “Napoli voce e chitarra”  Fiorenza Calogero e Gennaro Venditto  in concerto (ore 21) e “Passo a Sud”, spettacolo di danza ispirato alla pizzica e al tarantismo salentino. Ideazione e coreografia Maristella Martella  Compagnia Tarantarte (ore 22.30); domenica Workshop sulle tecniche di Djiembe -I ritmi della tradizione Malinkè con  Bifalo   Kouyatè (ore 11);  Meditamburi project + Ashai Lombardo Arop  performer special guest M’Barka Ben Taleb (ore 21.30). Lunedi, infine, Workshop  Tammurriata nera – una tammurriata d’espressione africana con  Ashai Lombardo Arop (ore 11).

“La manifestazione – spiega il presidente della Pro Loco Due Golfi, Giovanni Esposito – è nata, in un crescente interesse verso i ritmi e le danze della tradizione popolare e del bacino del mediterraneo, con l’intento di unire lo studio e la diffusione delle tradizioni musicali dei vari paesi alla promozione dell’ immagine del territorio,  con il coinvolgimento  di ospiti italiani e stranieri e  cittadini residenti e di attrarre variegati  target di pubblico”.

A Sant’Agata sui due Golfi, nell’accogliente cornice della Residenza Cerulli, concessa dall’amministrazione comunale, con la direzione artistica di Emidio Ausiello, percussionista tra i più impegnati del panorama etnico musicale, si esibiranno artisti di talento, con proposte musicali e coreutiche tradizionali ed innovative. Oltre ai concerti si terranno seminari e laboratori di danza  e percussioni, con docenti impegnati nella ricerca delle tradizioni  e nella creazione di nuove sonorità, per avvicinare i partecipanti a taluni aspetti  della cultura popolare.

RIPRODUZIONE RISERVATA