Vaccini ai bambini, accordo Asl-pediatri

Little baby get an injection

L’Asl Napoli 3-Sud, rappresentata dal commissario straordinario Antonietta Costantini, e le organizzazione sindacali della pediatria di libera scelta, Fimp e Cipe, hanno sottoscritto un accordo per il recupero dei bambini che non hanno completato il ciclo vaccinale, sia per i vaccini definiti obbligatori, sia per quelli offerti con chiamata attiva e gratuita.

L’accordo, nell’ambito dei lavori del Comitato Aziendale art. 23 Pls, permetterà, entro il 31 dicembre di quest’anno il miglioramento della copertura vaccinale per i bambini del territorio aziendale relativo alle prime 3 dosi di esavalente con il raggiungimento della copertura oltre il 95%, in linea con gli standard regionali e nazionali, e alla prima dose di Mpr, dei nati delle corti entro il 24 mese di vita per l’anno solare 2016, eliminando il Gap di 2,2 di ritardo vaccinale indicato dalla struttura commissariale regionale (sinceramente non ci abbiamo capito molto, ma confidiamo che i genitori interessati ne sappiano più di noi, anche pensando che sia un fatto importante per la salute dei bambini, ndr).

Il commissario straordinario Antonietta Costantini esprime viva soddisfazione per l’accordo raggiunto che “consente – ha sottolineato – di garantire equità nella prevenzione delle malattie suscettibili di vaccinazioni da parte di tutti i bambini residenti nel territorio aziendale. Un ringraziamento ai rappresentanti delle organizzazioni sindacali dei pediatri presenti per la sensibilità e professionalità dimostrata nell’affrontare concretamente la problematica, considerando la notevole ricaduta sociale che un mancato raggiungimento dell’obiettivo prefissato potrebbe determinare”.