Capri Watch fashion & Accessories

La vacanza in costiera sorrentina? La paghi con bitcoin

bitcoin

La costiera sorrentina è già proiettata al futuro. Soprattutto il comparto dell’accoglienza deve essere sempre più al passo con i tempi per soddisfare tutte le esigenze dei turisti. E così per pagare i soggiorni anziché i contanti o le carte di credito, ora si possono utilizzare anche i bitcoin.

La prima struttura ricettiva della penisola sorrentina che ha deciso di accettare il nuovo sistema di pagamento in moneta virtuale è l’hotel Gocce di Capri, che si trova a Termini di Massa Lubrense. L’annuncio è del manager Marco Cocurullo che, oltre all’albergo a tre stelle, gestisce anche un’ottantina tra ville e case-vacanza tra Napoli, Sorrento e la costiera amalfitana.

Tutte strutture dove gli ospiti possono ora pagare con la criptovaluta attraverso un ingegnoso meccanismo. I titolari dell’albergo, della villa o della casa-vacanza, infatti, inviano al cliente un QR code. Attraverso un programma installato sul proprio smartphone, il turista legge il codice e, in tempo reale e senza spese aggiuntive, invia i bitcoin ai proprietari della struttura ricettiva che poi fatturano l’importo equivalente in euro.

Forse la decisione di accettare pagamenti in bitcoin può sembrare un azzardo, ma Cocurullo è convinto che questa rappresenti la valuta del futuro. Ragionamento che hanno fatto anche i titolari di una casa-vacanza di Vico Equense, di due bed and breakfast tra Napoli e Sorrento e di alcuni studi professionali e attività commerciali della Campania che hanno autorizzato i clienti a saldare i conti in bitcoin.