Capri Watch fashion & Accessories

Usura a commercialista della penisola sorrentina, sequestro per 400mila euro

guardiadifinanza2

Questa mattina la Guardia di Finanza ha sequestrato beni per 400mila euro ad un uomo di Castellammare di Stabia ritenuto responsabile dei reati di usura ed estorsione ai danni di un commercialista della penisola sorrentina. L’indagine è stata condotta dalle fiamme gialle della tenenza di Massa Lubrense coordinate dalla procura di Torre Annunziata guidata da Nunzio Fragliasso.

L’inchiesta è partita da anomale operazioni finanziarie emerse durante una verifica fiscale eseguita nei confronti del professionista sottoposto ad usura. Per questo lo scorso 23 aprile era già stato eseguito un sequestro per 320mila euro sempre nei confronti di S.C., gestore di un distributore di carburanti a Santa Maria la Carità. Per l’uomo venne disposta anche la custodia cautelare in carcere.

Dalle verifiche dei finanzieri è emerso che il commercialista è stato vittima di usura dal 2013 fino ai primi mesi di quest’anno. La vittima è stata costretta anche attraverso percosse e minacce estorsive alla restituzione di circa 320mila euro a fronte di un prestito iniziale di 65mila euro. In pratica venivano applicati interessi oltre il 60%.

Le successive indagini hanno portato alla luce le incongruenze tra il reddito dichiarato ed il tenore di vita di S.C. e della sua famiglia. Inoltre la moglie, sebbene formalmente separata, era ancora parte integrante del nucleo familiare e proprio a lei erano intestati quasi tutti i rapporti bancari. Per questo su proposta della Procura oplontina, la sezione misure di prevenzione del Tribunale di Napoli ha disposto il sequestro preventivo dei conti correnti per 400mila euro.