Una nuova linea ferroviaria che colleghi Sorrento, Pompei e Napoli per limitare il traffico sulla Statale 145

circumvesuviana_disagi

SORRENTO. Creare una valida alternativa alla Statale Sorrentina attraverso la realizzazione di un nuovo snodo ferroviario, con movimentazione turistico-commerciale.

Un’idea molto interessante per migliorare i collegamenti fra la penisola e la Provincia e sopratutto per ridurre il traffico di camion sulla 145.

È l’obiettivo dell’amministrazione comunale che, con un atto di Giunta municipale, ha approvato una variante al Piano urbanistico comunale (Puc) per modificare la destinazione di una cava rurale dismessa in località Sottomonte. Area idonea ad ospitare una stazione di interscambio.

Il progetto nasce dalla presenza di un’area idonea allo scopo all’altezza del ponte che divide Sorrento da Sant’Agnello. La zona sarebbe adatta, secondo il Comune, ad ospitare una stazione dedicata esclusivamente a collegare la costiera sorrentina con la stazione di Villa dei misteri a Pompei e Volla: due scali già esistenti, che rappresentano snodi cruciali nell’interscambio di turisti e di merci.

L’idea di includere Volla nasce dal fatto che la cittadina si ritrova a soli sette chilometri dallo scalo aeroportuale di Napoli e quindi con un sistema integrato di navette, si potrebbe raggiungere l’aeroporto di Capodichino in pochi minuti.

Progetto sicuramente ambizioso, che prevede anche il trasporto notturno delle merci dirette a Sorrento su appositi elettrotreni, in modo da dimezzare il transito di van e furgoni sulla Statale 145. Al momento, tuttavia, il piano è alle fasi preliminari.