Un referendum sulle slot machine

Slot-machines-gioco-carta-credito1

I cittadini di Anacapri chiamati alle urne per partecipare al referendum consultivo anti-slot machine. Il 31 maggio, insieme alle amministrative, gli elettori del Comune dell’isola azzurra saranno chiamati anche ad esprimersi in merito al quesito: “Sei favorevole a tenere distanti dai luoghi sensibili locali che ospitano le slot machine e le new slot?”.

“Venerdì chiuderò la campagna elettorale con un’iniziativa insieme al professor Fiasco, esperto in materia – spiega il sindaco di Anacapri, Francesco Cerrotta -, Abbiamo approvato un regolamento sui giochi di azzardo in cui si stabilisce che le slot devono trovarsi ad una distanza non inferiore a 150 metri dai luoghi sensibili, come scuole, chiese, associazioni, ma anche sportelli bancomat. Ad Anacapri c’è un’allarme sociale, le famiglie si continuano ad impoverire a causa del gioco. Abbiamo avvertito questa situazione e fatto un regolamento. Non possiamo vietare in assoluto le slot, ma almeno possiamo difendere i luoghi sensibili. Il referendum serve a rafforzare la decisione che abbiamo preso”.

La consultazione non cambierà la decisione già assunta dall’amministrazione comunale, ma punta a coinvolgere il più possibile la cittadinanza sul problema.

Anche i Comuni della penisola sorrentina hanno approvato regolamenti analoghi, con norme più o meno restrittive rispetto a quelle di Anacapri.