Capri Watch fashion & Accessories

Un portale per scoprire la costiera sorrentina ai tempi del Covid

about-sorrento-7

Un progetto partito quando i turisti arrivavano a frotte, ma che ora può rivelarsi utile per rilanciare un comparto messo in ginocchio dal Covid-19. A settembre dello scorso anno un gruppo di giovani ha messo insieme le proprie competenze per realizzare un portale web, collegato a Facebook ed Instagram, per offrire agli internauti la possibilità di scoprire luoghi, tradizioni, eventi meno noti della Costiera sorrentina. Aspetti magari poco conosciuti anche da chi questa terra la vive tutto l’anno.

Il portale www.aboutsorrento.com, ha avuto il suo battesimo ufficiale con l’iniziativa che ha portato alla realizzazione del calendario 2020 corredato da suggestive immagini del territorio compreso tra Vico Equense e Massa Lubrense. Scatti scelti grazie ad un contest che ha avuto il patrocinio dei sei comuni peninsulari e della Fondazione Sorrento.

about-sorrento-5

Ora, però, la situazione è diversa. “Siamo in fase Covid e l’idea di marketing che propone About Sorrento per rinnovare con capacità ed esperienza i metodi di comunicazione, è diventata un’esigenza che non può tardare nella sua applicabilità perché è ora il momento di progettare in sinergia la promozione del territorio rendendola efficace e produttiva – spiegano i ragazzi che hanno dato vita al collettivo -. Sul portale sono disponibili articoli che parlano del territorio, dei posti poco conosciuti o confusi da un turista che spesso non ha indicazioni chiare sui posti da visitare e sul perché visitarli.

Ora attiveremo una sezione Covid per fornire informazioni utili sull’argomento, inoltre daremo suggerimenti a turisti e residenti per ripartire in sicurezza senza dover rinunciare a fare turismo in Costiera. In questa fase molto delicata è necessario agire per tempo con un marketing che mira alla ripartenza di un turismo di prossimità ma che sia anche pronto, quando si rientrerà nella normalità, per quello internazionale a cui siamo abituati ma che sarà da accogliere con una nuova veste di comunicazione e promozione del territorio”.