Un Napoli bello e concreto batte il Genoa 2 a 0

Dzemaili1

Gli azzurri ipotecano il secondo posto in classifica, prima della sfida decisiva per l’accesso alla Champions League in programma domenica prossima a San Siro contro il Milan.

I Grifoni arrivano al San Paolo con la necessità di fare punti in chiave salvezza, ma, in realtà, fanno ben poco per mettere in difficoltà gli uomini di Mazzarri, che puntano alla terza vittoria di fila.

Alla fine sono solo i tifosi di casa a fare festa considerato che sentono l’Europa che conta più vicina, anche grazie al più 10 sulla Fiorentina, quarta./p>

La partita comincia con un affondo degli ospiti che al 2° mettono in difficoltà la retroguardia partenopea: Bel tiro angolato di Bertolacci che De Sanctis devia in angolo. Sarà l’unica vera occasione da goal del Genoa per tutta la partita. Pandev è in giornata di grazia e dopo una bella incursione in area con il tiro parato da Frey (5°) ed un’altra conclusione di poco al lato (14°), al minuto 18 sblocca il risultato con un potente tiro su assist di Cavani. La gara si mette in discesa e al 29° arriva il raddoppio con Dzemaili splendidamente imbeccato da Hamsik al dodicesimo assist stagionale. Al 36° lo slovacco dopo una splendida serpentina tra i giocatori genoani si fa parare il tiro da Frey.

Nella ripresa il Napoli non forza più di tanto e tutta la squadra sembra punti soprattutto a far aumentare il bottino di goal stagionali del Matador, fermo a quota 22. Proprio Cavani si rende pericoloso al 47° dopo uno slalom in area, ma il portiere gialloblù sventa in angolo. Ancora l’uruguaiano ci prova al 55° con un bel sinistro a giro deviato in angolo. Al minuto 64 Hamsik viene atterrato in area da Kucka, Banti non ha dubbi: Rigore netto. Sul dischetto va Cavani che si fa ipnotizzare dall’estremo difensore genoano il quale riesce a deviare in angolo il tiro dal dischetto. A questo punta sembra una questione personale tra i due. Alla fine ad aggiudicarsela è il portiere che riesce ad impedire al capocannoniere di batterlo, anche grazie alla parata di istinto su splendido sinistro al volo del Matador all’89°.

Comunque il Napoli riesce ad imporsi anche senza i goal di Cavani che, comunque, è apparso in palla, così come tutta la squadra. Un buon viatico in vista della sfida con i rossoneri in programma domenica sera.

Un gradino sopra gli altri Dzemaili, che ha confermato la splendida prestazione di Torino dove ha messo a segno una tripletta. Oggi si è accontentato di una sola rete, ma ha tenuto saldamente in mano il centrocampo del Napoli, proponendosi più volte in chiave offensiva.

L’arbitro Banti ha diretto bene l’incontro, anche grazie alla correttezza dei 22 giocatori in campo. Sacrosanto il rigore su Hamsik, così come non c’erano quello su Campagnaro (forse eccessiva l’ammonizione per simulazione all’argentino) e l’altro su Cavani.