Un gruppo di giovani provenienti da 5 Paesi europei impegnati nel monitoraggio dell’Area marina protetta di Punta Campanella

BaiadiIeranto

MASSA LUBRENSE. Promuovere uno scambio culturale con giovani di altri Paesi europei.

L’iniziativa è dell’Area marina protetta di Punta Campanella e si inquadra nel programma “Youth in Action”, promosso e finanziato dalla commissione europea.

Il progetto si chiama “Mare”, acronimo che sta per Marine adventures respecting the environment, che vede il coinvolgimento di 5 giovani provenienti da Portogallo, Francia, Germania, Lettonia e Montenegro, tutti di età compresa tra i 13 ed i 30 anni.

Per 8 mesi, dal 4 marzo al 4 novembre, i partecipanti faranno parte del servizio volontario europeo. Le attività nelle quali saranno impegnati i ragazzi sono: educazione e tutela ambientale, monitoraggio del parco, supporto all’osservazione della fauna, promozione dell’ecoturismo nella Baia di Ieranto e collaborazione nelle attività creative offerte dall’Amp Punta Campanella.

Per garantire l’ospitalità ai volontari che partecipano al progetto i responsabili del parco hanno chiesto ed ottenuto dall’amministrazione comunale l’uso del plesso scolastico di Nerano, attualmente in disuso.