Un evento per finanziare il recupero della cappella di Sant’Andrea

evento-pro-restauro-cappella-sant'andrea

PIANO DI SORRENTO. Fervono i preparativi nel borgo di Legittimo per il weekend di arte e tradizioni dedicato alla raccolta fondi per i lavori di ristrutturazione della cappellina di Sant’Andrea. La manifestazione, intitolata “Colori e sapori d’autunno a Legittimo”, è organizzata dai residenti di Mortora e dall’associazione “Gli amici di Sant’Andrea” e si svolgerà dal 9 all’11 ottobre con la collaborazione, a titolo gratuito, di artisti, appassionati e imprenditori, e con il patrocinio del Comune di Piano di Sorrento che ha contribuito all’iniziativa.

Venerdì alle 20 si inizia con il concerto di canzoni napoletane “Napolinaria” di Francesca Maresca, una sorta di travelling cultures, un viaggio tra soggetti e universi culturali diversi, di incontri, fusioni e contrapposizioni dove confluiscono le “vene blu che attraversano il tessuto urbano”: i suoni del Mediterraneo, con le intonazioni mutevoli della voce, i melismi e la lunga storia delle improvvisazioni musicali del mondo arabo, accolti nei suoni metropolitani, quelli della diaspora nera, come il blues, il jazz e, nei suoi derivati, le culture urbane dal basso. In concomitanza con l’evento, che si svolgerà nei pressi di Villa Enrichetta nel cosiddetto “palazz’ dda’ torr’”, sarà possibile gustare un panino farcito con prodotti locali e un buon bicchiere di vino.

Sabato 10 ottobre, alle ore 19, sarà invece la volta di Mario Vinaccia nello spettacolo “Te conto ‘nu cunto” che, con l’accompagnamento musicale di “Fabio e Rosanna”, interpreterà due racconti, entrambi rigorosamente in lingua napoletana antica: il primo è tratto da “Lo cunto de li cunti overo lo trattenemiento de peccerille”, la raccolta di 50 fiabe scritte da Giambattista Basile nel 1634; e il secondo tratto dallo scritto di Matilde Serao ispirato al Cristo Velato di Giuseppe Sanmartino, la scultura marmorea conservata nella Cappella Sansevero di Napoli. L’evento, durante il quale si potranno assaggiare le frittelle preparate secondo le antiche ricette, si terrà presso il bed and breakfast “La Maison de Titti &Margy” (via Legittimo, 38).

Domenica 11 ottobre, infine, la manifestazione si concluderà con il “Pranzo contadino del giorno del vendemmia” alle ore 12.45 presso la proprietà Aiello (via S. Andrea, 32). Qui l’organizzazione riprodurrà le atmosfere familiari di un tempo, riportando sulla tavola, e non solo, il piacere della convivialità e della semplicità (posti limitati, per info e prenotazioni: 3355707330 e 3402872718).