Tutto esaurito negli hotel, Ferragosto record per il turismo

giapponesi-sorrento

Boom di arrivi negli hotel dell’area sorrentina. Oltre ad inglesi e statunitensi, ospiti abituali della costiera sorrentina, quest’anno si registrano anche gli arrivi di sudamericani ed asiatici, tra i quali spicca la novità 2015 rappresentata dai turisti a occhi a mandorla provenienti dalla Corea del Sud. Si preannuncia, dunque, un Ferragosto da sold out per gli alberghi di Sorrento e dintorni, ma anche ad Ischia, Capri ed in Costiera Amalfitana.

A contribuire al boom di arrivi e presenze contribuiscono anche due fattori esterni rispetto alle bellezze dei luoghi e l’ospitalità degli indigeni: il cambio favorevole tra euro e dollaro ed il cosiddetto “effetto-Isis” che spinge molti turisti a preferire l’Italia alle località del Nord Africa.

I dati, quindi, confermano il trend positivo già registrato a Pasqua ed in primavera. Per il prossimo fine settimana, intanto, è previsto l’assalto di vacanzieri provenienti da ogni parte del mondo: spagnoli, francesi, scandinavi, brasiliani, argentini, giapponesi e sudcoreani, oltre gli immancabili inglesi e statunitensi con le strutture ricettive che puntano al pienone.

Anche la durata media del soggiorno si è prolungata rispetto al recente passato, arrivando alla quota delle quattro o cinque notti, ma non mancano neanche gli ospiti decisi a prolungare la loro vacanza fino a nove o dieci giorni.

Insomma un bilancio senz’altro positivo come conferma, Costanzo Iaccarino, numero uno degli albergatori della Regione: “La stagione è ottima, anche perché ben programmata dagli operatori – sottolinea il presidente campano di Federalberghi –. Ancora una volta i numeri premiano la cultura dell’ospitalità e la vocazione all’accoglienza tipiche dei campani e, in particolare, dei sorrentini”.