Capri Watch fashion & Accessories

Tutela dell’ambiente, gli studenti di Sorrento diventano Piccole Guardie Ambientali

piccole-guardie-ambientali-sorrento

SORRENTO. Alle battute finali i due progetti di educazione ambientale, promossi da Penisolaverde e dall’assessorato all’Ambiente del Comune di Sorrento in collaborazione con la società NaturalMente, che hanno accompagnato gli alunni delle scuole primarie e secondarie di primo grado lungo tutto l’anno scolastico.

L’iniziativa rivolta alle scuole primarie, è terminata il 18 maggio con una cerimonia presso il Teatro Tasso dal titolo “Le Piccole Guardie Ambientali di Sorrento” ed è stata finalizzata, tramite anche a dei laboratori di riciclo creativo, a coinvolgere attivamente gli studenti sul tema della corretta raccolta differenziata, responsabilizzandoli nel controllo e l’informazione a casa con la nomina di Piccole Guardie Ambientali. Durante l’evento finale i circa 300 alunni coinvolti dell’Istituto comprensivo “Sorrento” e del plesso “Angelina Lauro” dell’Istituto comprensivo “Torquato Tasso” hanno esibito una paletta, oggetto dei laboratori di riciclo, con la quale “sensibilizzare” genitori, amici e conoscenti. A tutti loro è stata consegnato un distintivo in cartone riciclato con i quali sono diventati ufficialmente Piccole Guardie Ambientali del Comune di Sorrento.

Il progetto rivolto alle scuole secondarie di primo grado, è stato, invece, finalizzato a sensibilizzare gli studenti sul delicato tema dell’abbandono dei rifiuti. In particolare le classi coinvolte sono state chiamate a partecipare a un concorso per realizzare la campagna di comunicazione con la quale Sorrento parteciperà all’annuale appuntamento della manifestazione Europea “Let’S Clean Up Europe”.

Inoltre grazie ai social sulla pagina Facebook di Penisolaverde tramite una pubblicazione quotidiana dei lavori prodotti dalle 14 classi partecipanti vengono promossi video, disegni, presentazioni e racconti frutto del lavoro svolto dai ragazzi. Tali elaborati saranno anche illustrati dal vivo, presso il corso Italia, nella mattinata del 25 maggio dove, oltre a informare i cittadini della giornata di pulizia che si svolgerà presso il sito della Regina Giovanna il prossimo 26 maggio, saranno esposti i disegni e riprodotti dai ragazzi stessi i contenuti dei video (flashmob, interviste, ecc.) pubblicati su Facebook.

Per entrambi i progetti è stato utilizzato, lungo tutto il percorso e in particolare negli interventi introduttivi in classe e nello spettacolo teatrale messo in scena a conclusione degli eventi finali, il Metodo Greenopoli creato dal professor Giovanni De Feo dell’Università di Salerno. Si tratta di un innovativo approccio pedagogico che in pochi anni ha coinvolto migliaia di studenti e cittadini della Regione Campania, oltre ad essere stato usato da importanti realtà nazionali come il Consorzio Comieco per alcune attività di comunicazione.

In tutte le scuole coinvolte, infine, è stato attivato il Progetto Leonardo, con la raccolta speciale dei toner esausti che vedrà le scuole prossimamente premiate con materiale didattico in base alla quantità di rifiuto raccolto. “Questa iniziativa promossa da Penisolaverde – dichiara il consigliere comunale Luigi Di Prisco – è volta a sensibilizzare le nuove generazioni. Le Piccole Guardie Ambientali che abbiamo premiato al termine di questo percorso didattico dovranno essere sentinelle attive per essere protagonisti del cambiamento cittadino sotto il profilo ambientale improntato al discorso di eco sostenibilità del territorio”.