Capri Watch, fashion accessories

Turista violentata, Iaccarino di Federalberghi: “Costernato come uomo e imprenditore”

costanzo-iaccarino-55

SORRENTO. “La violenza sessuale ai danni di una turista inglese, avvenuta all’interno di una struttura ricettiva di Meta, è per me motivo di profonda costernazione prima come uomo e poi come imprenditore”. Con queste parole Costanzo Iaccarino, presidente di Federalberghi Penisola Sorrentina, commenta l’arresto di cinque tra dipendenti ed ex dipendenti di un hotel, accusati di aver drogato e violentato una donna inglese nell’ottobre 2016.

“La penisola sorrentina è legata da decenni agli ospiti anglosassoni – continua Iaccarino -. Se nelle strutture ricettive locali registriamo una clientela di ritorno pari al 30 per cento, lo dobbiamo innanzitutto alle migliaia di turisti inglesi e statunitensi che da tanti anni scelgono la nostra terra come meta delle loro vacanze”. Una predilezione che, secondo il presidente di Federalberghi, è frutto di quella “cultura dell’accoglienza, consolidata dall’epoca del Grand Tour a oggi, che non sarà certo messa in discussione dall’abominevole comportamento contestato alle cinque persone messe sotto inchiesta dalla Procura di Torre Annunziata”.

“Nell’auspicare che la magistratura faccia il suo corso – conclude Costanzo Iaccarino – non posso non stigmatizzare il fatto che certa stampa abbia frettolosamente e irresponsabilmente associato questa triste vicenda all’hotel Panorama Palace di Meta che, di contro, è del tutto estraneo ai fatti oggetto d’indagine: mi appello alla sensibilità e alla professionalità dei media affinché, nel doveroso e sacrosanto esercizio del diritto di cronaca, evitino di infangare il buon nome imprenditori e strutture ricettive non coinvolti nell’inchiesta della Procura di Torre Annunziata”.