Turista scippata sul treno per Sorrento

Caos-circum3

A fare le spese degli inesistenti controlli sui treni sono ancora una volta i turisti, che, soprattutto la sera, vengono presi di mira da scippatori e vandali. L’ultimo episodio si è verificato l’altro giorno, poco dopo le 22, sul convoglio che da Napoli raggiunge Sorrento. Si tratta dell’ultima corsa serale per la costiera. Spesso è frequentata dai turisti che hanno trascorso la giornata a Napoli: i delinquenti lo sanno e si appostano per derubarli. La tecnica è collaudata: il treno arriva in stazione, le porte si aprono, il delinquente entra, afferra la borsa è scappa via prima che le porte si richiudano e il convoglio riparta.

L’altra sera la vittima, una turista di Alessandria che viaggiava con il marito, ha provato a reagire. È scesa dal treno e ha rincorso lo scippatore sulla banchina della stazione di Santa Maria del Pozzo, nel territorio di Torre del Greco, dove è avvenuto il raid. Il marito ha avvertito il macchinista e il capotreno che non si erano accorti di nulla ed avevano fatto ripartire il convoglio: la corsa si è così fermata a San Giorgio e sono stati presi contatti con la donna, che nel frattempo aveva avvisato la Polizia.

Autorizzato dal dirigente, il macchinista è tornato alla stazione di Santa Maria del Pozzo per recuperare la vittima dello scippo, accumulando così un ritardo di oltre 40 minuti. La coppia, poi, ha presentato una denuncia alla Polizia, che ha anche raccolto ulteriori testimonianze sulla stazione dove è avvenuto l’inseguimento. Dello scippatore nessuna traccia, ma le forze dell’ordine contano di ottenere ulteriori elementi dalla telecamere di sorveglianza installate anche sul treno.