Capri Watch fashion & Accessories

Turismo, a Sorrento tariffe dei soggiorni aumentate del 5%

sorrento

Con l’arrivo dell’ultimo mese dell’anno, l’osservatorio Trivago analizza l’andamento dei prezzi hotel nelle principali mete regionali durante tutto l’arco dell’anno, effettuando un confronto con l’andamento del 2015. Il 2016 è stato un anno con prezzi hotel stabili in Campania. Analizzando infatti le variazioni su base regionale si nota soltanto un incremento del 3% dei listini hotel nel 2016 rispetto allo scorso anno, con agosto che rimane il mese con la media maggiore (139 euro). Il rialzo maggiore nel 2016 si è invece registrato a luglio con tariffe che sono arrivate ad una media di 127 euro segnando un +7%.

Andando ad analizzare l’andamento dei prezzi hotel a Napoli si nota una situazione maggiormente statica con il livello medio dei listini annuale rimasto invariato nei due anni presi come riferimento (88 euro). Il maggiore incremento nel 2016 si è registrato nel mese di maggio (96 euro) cosa avvenuta anche nel 2015 ma con tariffe medie di 99 euro.

Passando a Sorrento, per il 2016 si registra un prezzo medio annuale di 150 euro, con un rialzo del 5% rispetto allo scorso anno. Il mese che ha fatto registrare i listini più cari è agosto (203 euro) mentre quello con il maggiore aumento è stato luglio dove le tariffe medie (192 euro) sono state del 12% più alte rispetto allo scorso anno.

A Capri l’andamento dei prezzi hotel non è invece cambiato molto rispetto al 2015 con un listino medio annuale identico (195 euro) ed un picco stagionale fatto registrare ad agosto, quando le tariffe hanno toccato una media di 331 euro (lo scorso anno si erano fermate a 317 euro).

Chiude il quadro Ischia dove si registra una diminuzione del prezzo medio annuale del 15%. Un ribasso che si riflette soprattutto sul mese più caro, agosto, che nel 2016 ha registrato listini medi pari a 194 euro contro i 225 euro del 2015.