Truffe on line, arrestato un 36enne di Capri

truffa-on-line

CAPRI. Truffe informatiche, torna in carcere un 36enne pregiudicato. Revocati gli arresti domiciliari e disposta la detenzione in carcere per Ivan Amura, sorpreso a reiterare il reato per il quale stava scontando una condanna nella sua abitazione di Marina Piccola. Ad arrestarlo sono stati i carabinieri della stazione di Capri.

Amura ha a suo carico condanne emesse da vari Tribunali italiani per frodi on line. In diverse occasioni, infatti, aveva pattuito la vendita di prodotti attraverso siti specializzati, ma dopo aver incassato il corrispettivo richiesto, non aveva provveduto a inviare la merce agli acquirenti, oppure spediva oggetti differenti rispetto a quelli stabiliti.

In particolare, il 36enne, dopo un breve periodo di detenzione carceraria, stava scontando ai domiciliari una condanna a 2 anni e 6 mesi per truffa aggravata mediante l’utilizzo di mezzi informatici. I militari dell’Arma, però, hanno accertato che l’uomo continuava, benché agli arresti domiciliari, la sua pratica illecita. Di qui il nuovo arresto e la traduzione al carcere napoletano di Poggioreale.