Tracollo Sorrento, il Catanzaro espugna il Campo Italia

catanzaro

SORRENTO. Una brutta partita caratterizzata dalla paura di perdere. Il pareggio sarebbe stato più giusto, almeno per quanto visto durante tutta la gara. Alla fine vince il Catanzaro, contro un Sorrento impalpabile per 90 minuti, che ora si trova con un piede in Seconda Divisione.

 

Come all’andata, decide una rete di Fioretti allo scadere del tempo di gioco. La vittoria del Barletta a Carrara, lascia la penultima a 3 punti di distacco a 2 partite dal termine. La matematica consente ancora di sperare.

Appena un minuto di gioco e i ragazzi di Papagni sfiorano il gol del vantaggio: Beati sulla destra serve al centro un pallone velenoso, che per poco non finisce in rete. La risposta del Catanzaro arriva dieci minuti più tardi, Russotto serve Masini sotto porta, l’attaccante giallorosso viene anticipato in angolo all’ultimo istante. Al ’13 il Sorrento si vede annullare una rete per posizione irregolare. Al 44’ grande parata di Rossi sul tiro di Catacchini, il numero uno rossonero salva in corner. Un minuto più tardi arriva la risposta del Sorrento con Tortolano, anche in questo caso arriva la grande parata del portiere giallorosso che va a deviare il pallone in calcio d’angolo.

Nella ripresa il Sorrento gioca decisamente meglio. Al ’65 la prima vera occasione della ripresa, bel tiro da fuori area di Tortolano che impegna Pisseri in tuffo. A 5 minuti dalla fine ci prova sempre Tortolano, il migliore in campo, con un tiro da posizione centrale che sfiora il palo difeso da Pisseri.

Proprio mentre sta per calare il sipario sulla partita arriva il gol che decide l’incontro: Fioretti recupera un pallone al limite dell’area, si accentra emette alle spalle di Rossi, spedendo il Sorrento ad un passo dalla retrocessione diretta.

RIPRODUZIONE RISERVATA