Tracciabilità e ospitalità al centro dell’incontro promosso dall’Università Federico II

martusciello2

SORRENTO. Lunedì 24 Giugno 2013, alle ore 15.00, presso la sede di UCMed, l’Hotel Conca Park in Via degli Aranci, si terrà il workshop sul tema: “Tracciabilità delle produzioni e ospitalità di qualità: le nuove frontiere”. L’evento, che si aprirà con un Cocktail di benvenuto, è promosso dall’Università della Cucina Mediterranea e realizzato in collaborazione con il Corso di Laurea di Scienze del Turismo ad Indirizzo Manageriale dell’Università Federico II di Napoli.

 

Interverranno tra gli altri alla tavola rotonda: Sergio Corbino della Ucmed, Nicolino Castiello, Presidente del corso sul turismo della Federico II, Rav Giuseppe Stinga, vicesindaco di Sorrento, Scialom Bahbout, Rabbino Capo delle Comunità Ebraiche del Sud Italia, Domenico Mollica, Delegato AIVI Campania, Valentina Della Corte, Associato di Economia e Gestione delle Imprese alla Federico II.

Il tema verte sull’importanza della qualità e della tracciabilità delle produzioni alimentari, con particolare riferimento alle produzioni tipiche locali (pomodori, provolone del monaco, pizza verace), coinvolgendo importanti realtà aziendali, come la Sebeto SPA, la Compagnia Mercantile d’Oltremare ed il Consorzio di Tutela del Provolone del Monaco. Tale approccio può favorire l’apertura, in ottica multiculturale, alle certificazioni anche di tipo religioso (Halal, Kasher), in un sistema in cui tradizione locale ed innovazione rappresentano la chiave di sviluppo dell’enogastronomia. Sarà proposto, in quell’occasione, lo strumento del contratto di rete per lo sviluppo del comparto. Chiuderà i lavori l’Assessore alle Attività Produttive della Regione Campania, Fulvio Martusciello.

RIPRODUZIONE RISERVATA