Capri Watch fashion & Accessories

Tornano a casa i marittimi di Vico Equense e Sant’Agnello bloccati in Cina

confronto-sindaci-marittimi-bloccati-cina

Possono finalmente fare rientro nella loro terra e riabbracciare i propri cari i marittimi di Vico Equense e Sant’Agnello bloccati da molti mesi in Cina a bordo della nave dove sono imbarcati.

“A nome mio personale, dell’intera amministrazione comunale e dei sindaci intervenuti a sostegno dei marittimi bloccati da molti mesi in Cina nella baia di Huanghua, ringraziamo il ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, Luigi Di Maio per l’accoglimento dei contenuti della nostra lettera del 18 dicembre 2020, con la quale si richiedeva ogni sforzo, anche diplomatico, per l’avvicendamento degli equipaggi in Cina nella baia al largo di Huanghua, ormai bloccati da molti mesi – commenta soddisfatto il sindaco di Vico Equense, Andrea Buonocore -. Il ministro ci ha comunicato di aver dato il suo contributo per la risoluzione della vicenda intervenendo con una serie di colloqui ai più alti livelli istituzionali del Governo Cinese.

Un plauso vogliamo indirizzarlo anche e soprattutto ai nostri marittimi che con abnegazione hanno continuato a fare il loro lavoro rappresentando egregiamente il nostro Paese all’estero in una situazione veramente difficile.
Il documento dello scorso 18 dicembre 2020 è stato firmato dal sottoscritto unitamente ai colleghi: Vincenzo Voce, sindaco di Crotone, Luca Salvetti, sindaco di Livorno, Cateno De Luca, sindaco di Messina, Giuseppe Pugliese, sindaco di Monte di Procida, Luigi De Magistris, sindaco di Napoli, Roberto Ammatura, sindaco di Pozzallo, Raimondo Ambrosino, sindaco di Procida, Pietro Sagristani, sindaco di Sant’Agnello, Francesco Roberti, sindaco di Termoli (tutti nella foto in alto).

Ho già sentito la moglie del nostro concittadino Pietro Starace alla quale ho formulato le nostre felicitazioni ed abbiamo condiviso la sua gioia e la sua emozione. Adesso non ci resta che attendere il rientro a Vico Equense del nostro caro Pierino”.