Tito giura da sindaco: “Siamo già operativi”

tito-sindaco

META. “L’amministrazione è già pienamente operativa. Abbiamo firmato i primi provvedimenti e intendiamo rispettare fino in fondo il patto con l’elettorato”. Giuseppe Tito ha giurato da sindaco nella prima seduta del nuovo Consiglio. Il primo cittadino nel corso della seduta dell’assemblea ha anche ricordato la figura di Gaetano Lombardo, storico dirigente comunista metese.

Come previsto, Michele Castellano è stato eletto presidente del Consiglio con i voti della maggioranza nonostante le tre schede bianche e una nulla registrate al termine dello scrutinio. Bisognerà aspettare la prossima seduta, invece, per il vicepresidente dell’assemblea. Secondo le indiscrezioni che circolano la carica dovrebbe andare a un esponente della minoranza: Bruno Antonelli.

Il candidato sindaco della lista “Meta Ora” è stato nominato componente della commissione elettorale insieme a due esponenti della maggioranza. Su questo aspetto si concentrano le critiche di Antonella Viggiano, che in Consiglio rappresenta il gruppo “Meta Comune” insieme a Marialaura Gargiulo e Laura Attardi: “L’amministrazione Tito si apre con un gioco di prestigio: la maggioranza si è accaparrata il consigliere Antonelli alla faccia della trasparenza – attacca la Viggiano -. Il nostro gruppo vigilerà attentamente sull’operato dell’amministrazione per garantire il rispetto della legge e la regolarità degli atti”.