Capri Watch - Fashion Accessories

Test per il Covid-19 più veloci all’Asl Napoli 3-Sud

laboratorio-covid-nola

L’Asl Napoli 3-Sud cerca ogni giorno sul mercato nazionale ed internazionale nuovi strumenti da acquistare per implementare la capacità produttiva ed accorciare i tempi di risposta del laboratorio per l’esame dei tamponi Covid-19 allestito presso l’ospedale di Nola, diretto dal dottor Leonardo Napolitano e composto da quattro specialisti.

Il numero di operatori addetti è destinato a salire nel corso delle prossime settimane. Sono già sei gli specialisti in fase di formazione che poi faranno parte dell’equipe di Napolitano.

Intanto, i risultati della struttura messa in piedi dalla direzione strategica Asl Napoli 3-Sud presso il presidio ospedaliero di Nola offre già buone risposte. Sono circa 90 i tamponi esaminati ogni giorno, con un tempo di risposta che non supera le 20/24 ore a fronte dei 4/5 giorni che occorrevano precedentemente.

“La nostra battaglia – spiega lo stesso dottor Napolitano – guarda soprattutto all’esigenza di liberare posti letto negli ospedali quanto più rapidamente possibile. Ecco perché stiamo lavorando anche in collaborazione con l’Istituto Zooprofilattico di Portici a cui inviamo i tamponi che vanno oltre la nostra capacità produttiva”.

Il servizio di raccolta parte ogni mattina alle 9 da Sorrento, passa per gli ospedali di Vico Equense, Castellammare di Stabia, Boscotrecase, Torre del Greco per giungere al laboratorio di Nola intorno alle 12. Un secondo giro di raccolta parte alle 14:30 con consegna alle ore 17. La raccolta sul territorio (tamponi non ospedalieri) avviene tramite il 118 e la società Campania Emergenza dalle 8 fino alle 17 secondo le indicazioni del Dipartimento di Prevenzione aziendale e viene inserita nella seconda seduta di analisi per Nola e l’eccesso va a Portici.

“Con i miei collaboratori Ciro Furfaro, Elisa Tortoriello e Michela Pirro – spiega ancora Napolitano – stiamo facendo un grandissimo sforzo per assicurare il maggior numero si esami in tempi quanto più rapidi possibile. Si tratta di un lavoro complesso che per il momento sta funzionando come avevamo previsto”.