Terme di Stabia, in campo cordata di imprenditori sorrentini

antiche-terme-castellamamre-stabia

CASTELLAMMARE DI STABIA/SORRENTO. Una cordata di imprenditori sorrentini pronta a scendere in campo per gestire per i prossimi 20 anni le Antiche Terme stabiesi. Il gruppo, che ha già effettuato un sopralluogo presso la struttura con il sindaco di Castellammare, Antonio Pannullo, potrebbe mettere la propria proposta nero su bianco già nei prossimi giorni.

Il prossimo 27 marzo, infatti, il Comune di Castellammare di Stabia indirà un bando per raccogliere le manifestazioni di interesse allo scopo di selezionare i futuri gestori del complesso di piazza Amendola. Una trattativa che sarà senz’altro condizionata anche da altri aspetti: l’accoglienza complessiva offerta dalla città ed il degrado che vive l’area delle Antiche Terme.

A riguardo l’amministrazione è intenzionata a realizzare importanti progetti per la riqualificazione urbana. “Ho spiegato personalmente agli imprenditori sorrentini che siamo pronti a cambiare il volto della città – afferma il sindaco Pannullo -. Partendo dalla riapertura delle villa comunale per l’estate prossima, passando per la ristrutturazione della Colonia Ferrovieri e dell’edificio della Caserma Cristallina, fino al ribaltamento a mare del bacino di Fincantieri: il molo sarà restituito alla città e darà la possibilità di attracco a navi da crociera”.

Per quanto riguarda direttamente la gestione della struttura, lo stesso primo cittadino di Castellammare di Stabia fa sapere che “dopo la manifestazione di interesse avvieremo un project financing per la gestione delle Antiche Terme, per il complesso del Solaro invece abbiamo in mente una cittadella dello sport con un centro di medicina riabilitativa e impianti sportivi”. Per quanto riguarda, infine, i dipendenti, previsti incentivi per chi assumerà gli ex termali.