Tenta di truffare un’anziana ma viene smascherato e si da alla fuga

rioneSantaLucia1

SORRENTO. Brutta avventura per un’anziana che risiede nella zona del rione Santa Lucia.

 

 

Questa mattina è stata avvicinata in strada da un uomo in giacca e cravatta e dai modi gentili. “Signora sono un avvocato – è stato l’approccio – e devo avvertirla che suo figlio ha provocato un incidente stradale essendo sprovvisto di assicurazione, ora deve pagare i danni”.

La donna, in un primo momento, non ha avuto dubbi in merito alla buona fede del sedicente legale, tanto da chiedergli di seguirla a casa.

Una volta giunti presso l’abitazione, però, l’anziana, prima di pagare quanto richiestole, ha detto che avrebbe chiamato il figlio per chiedere chiarimenti. A questo punto il truffatore si è rapidamente dato alla fuga.

La donna ha, quindi, realizzato che si trattava di un tentativo di raggiro ed ha preso ad inveire contro il falso avvocato, attirando l’attenzione del vicinato.

Poi ha avvertito il figlio che in pochi minuti ha raggiunto l’abitazione dove ha trovato la madre visibilmente scossa per l’accaduto.

Una volta riuscito a farla calmare, il giovane si è fatto raccontare i dettagli di quanto era avvenuto, dopodiché si è recato presso la stazione dei carabinieri di Sorrento per allertare le forze dell’ordine in merito al tentativo di truffa.

Nel pomeriggio la donna, che è ancora sotto choc, è attesa per sporgere formale denuncia. Intanto gli uomini del capitano Leonardo Colasuonno hanno già avviato le indagini per tentare di individuare il falso legale.

Anche in penisola sorrentina, dunque, approda il raggiro del finto avvocato che tenta di farsi consegnare somme di denaro dalle vittime di turno. Soldi che dovrebbero essere i rimborsi per i danni provocati da congiunti sprovvisti di copertura assicurativa in seguito a fantomatici incidenti stradali. Negli ultimi mesi, con lo stesso sistema, sono state già raggirate decine di persone in tutto il napoletano. Da ciò gli appelli da parte delle forze dell’ordine a diffidare di coloro che si presentano chiedendo soldi per qualsiasi motivo. Inviti rivolti soprattutto agli anziani.