Tasi: A Sorrento si va verso la conferma delle tariffe 2015

comune-sorrento

SORRENTO. L’idea è quella di confermare le tariffe in vigore nel 2015. E’ quanto emerge dalla proposta che il sindaco di Sorrento, Giuseppe Cuomo, ha intenzione di formulare al Consiglio comunale in merito alla Tasi. Il Tributo per i servizi indivisibili, a partire dal primo gennaio di quest’anno, non riguarda più “le unità immobiliari destinate ad abitazione principale del possessore nonché dell’utilizzatore e del suo nucleo familiare, fatta eccezione per quelle di lusso”.

Giuseppe-Cuomo1

Riepilogando, l’amministrazione comunale di Sorrento si appresta a stabilire che per le abitazioni principali e pertinenze (solo quelle di lusso rientranti nelle categorie catastali A1-A8-A9) si pagherà un’aliquota pari all’1,6 per mille; per gli immobili concessi in comodato d’uso gratuito si verserà lo 0,65 per mille; per gli immobili ad uso abitativo tenuti e disposizione non si pagherà niente; per gli immobili di categoria D (quelli a destinazione speciale) l’aliquota sarà pari all’1,6 per mille; infine, per tutti gli altri immobili si dovrà versare l’1,3 per mille.

Per quanto riguarda gli immobili occupati da un soggetto diverso dal titolare del diritto reale, il tributo Tasi è dovuto dal detentore nella misura del 25% (eccezion fatta per coloro che utilizzino lo stesso a titolo di abitazione principale) e nella misura del 75% dal titolare del diritto reale. E’, ad esempio, il caso di un appartamento locato. Il proprietario versa il 75% di quanto dovuto, mentre l’affittuario il 25% a meno che non si tratti dell’abitazione principale perché in quel caso il locatario è esentato.

Gli uffici comunali hanno anche effettuato una stima dei costi per i servizi indivisibili che dovrebbero essere coperti con la Tasi: pubblica sicurezza e vigilanza € 1.207.655,61; pubblica illuminazione € 893.949,11; Protezione Civile € 23.900,00; cimitero € 179.526,59. Il totale di tali spese è pari ad € 2.305.031,31. Poiché il tributo garantirà un gettito pari ad € 1.434.744,00 emerge che il grado di copertura sarà pari al 62,24%.