Capri Watch, fashion accessories

Svolta green per le scuole di Massa Lubrense

municipiomassa-piccola

MASSA LUBRENSE. Un finanziamento di 100mila euro per rendere più sicure e green le centrali termiche degli istituti scolastici cittadini. È la decisione dell’amministrazione comunale di Massa Lubrense del sindaco Lorenzo Balducelli che ha stabilito di impiegare in questo modo il fondo previsto alla legge finanziaria 2019, per gli enti locali. I fondi verranno erogati dal Governo attraverso il ministero degli Interni e grazie ad un apposito portale sono stati già inviati dal Comune costiero le progettazioni ed i quadri economici.

Il lavoro istruttorio per ricevere il finanziamento statale è stato eseguito dal settore manutenzione dell’ente di piazza Vescovado diretto dall’ingegnere Monica Coppola che si è avvalsa di un progettista specializzato in impiantistica, l’ingegnere Luigi Albano.

L’intervento prevede l’adeguamento ai fini della sicurezza e dell’inquinamento di tutte le centrali termiche degli edifici scolastici ed in particolare del plessi della “Pulcarelli” in via Reola, della “Cesaro” di via Deserto, della scuola di Torca, della “Don Milani” a Massa centro e del plesso di Monticchio.

All’adeguamento alle stringenti normative sulla sicurezza si aggiunge anche una svolta green per alcuni degli edifici scolastici. Per i plessi della “Pulcarelli”, della “Don Milani” e di Torca verranno sostituire integralmente le caldaie. Si passerà dall’attuale alimentazione a gasolio ad una più ecologica caldaia a metano che oltre a ridurre le emissioni in atmosfera porterà anche ad un notevole risparmio in termini economici.

Per Monticchio non è stato possibile tale intervento perché la zona dove à ubicata la scuola non è servita dalla rete del gas. Per gli edifici di Pastena e della “Cesaro” di Sant’Agata sui due Golfi dalle economie di gara si dovrebbe riuscire a sostituire le caldaie portandole anche in questo caso ad una alimentazione a metano.

“Insieme all’intera amministrazione – sottolinea il sindaco Balducelli – ed in particolare con il consigliere delegato alla scuola Maria Cacace ed all’assessore alla Manutenzione Davide Insigne abbiamo deciso di impiegare il fondo governativo per gli enti locali per una opera non appariscente ma importante per la sicurezza dei ragazzi che frequentano le nostre scuole, come le centrali termiche per il riscaldamento degli edifici scolastici.

Lo abbiamo fatto con la consapevolezza di voler migliorare le condizioni di sicurezza degli impianti ed anche per dare una mano al bilancio ecologico della nostra città ed anche a quello economico. Con le nuove centrali e con le nuove caldaie a metano avremo minore inquinamento e maggiori benefici in termini economici per la bolletta energetica del Comune di Massa Lubrense”.