Summit su sicurezza, viabilità e decoro urbano alla Marina d’Aequa

marina-d'aequa

VICO EQUENSE. Garantire la sicurezza e migliorare la vivibilità della Marina d’Aequa. Questi gli obiettivi del tavolo di lavoro convocato dal neo sindaco Andrea Buonocore, ed al quale hanno preso parte i rappresentanti delle forze dell’ordine, degli operatori commerciali e dei volontari impegnati nella sicurezza.

Il summit si è reso necessario dopo gli incontri preliminari che il primo cittadino di Vico Equense ha tenuto con il capitano dei carabinieri di Sorrento, Marco La Rovere, con il comandante della stazione di Vico Equense, Antonio Lezzi e con il vice questore aggiunto della polizia di Stato, Donatella Grassi.

Tutti i soggetti partecipanti hanno offerto la propria disponibilità al fine di garantire una maggiore presenza di uomini e mezzi sul territorio. La Guardia di Finanza, rappresentata dal luogotenente Gennaro Gargiulo e dal brigadiere Vincenzo Pandolfo, ha assicurato la presenza di unità cinofile nei pressi della stazione dell’Eav.

Il Consorzio Marina D’Aequa si è reso disponibile a farsi carico dell’onere economico per la copertura delle spese dei volontari dell’Associazione Nazionale Carabinieri e dell’Associazione Volontari del Faito che saranno coordinati nelle attività dal comandante della polizia municipalei, Ferdinando De Martino, che assicurerà, a sua volta, un maggior impiego di forze durante la fascia oraria pomeridiana.

Il comandante della Capitaneria di Porto di Castellammare di Stabia, Guglielmo Cascone, ed il delegato della spiaggia di Vico Equense, Tommaso Sabatino, hanno confermato la disponibilità dei propri uomini tutti i giorni ed a tal fine si sono fatti promotori di un tavolo di coordinamento per ripartire la giornata in diverse fasce orarie ciascuna delle quali è stata assegnata ad una determinata forza dell’ordine.

Durante l’incontro sono emerse alcune priorità sulle quali bisogna intervenire nell’immediato, quali la predisposizione dell’opportuna cartellonistica in mancanza della quale non è possibile applicare le sanzioni ai contravventori e la chiusura del cancello di accesso al molo di attracco degli aliscafi con relativa recinzione dello stesso.

Il tavolo tecnico si è reso necessario anche per contrastare eventuali atti di vandalismo e microcriminalità dovuti all’affluenza di gang composte da 40\50 ragazzi tra i 13 ed i 15 anni che sistematicamente compiono furti, raid teppistici e violenze tipo l’autostop forzato con lancio di pietre a chi si rifiuta di prenderli a bordo.

Si è discusso anche della difficoltà dell’Ente Autonomo Volturno di garantire con i propri bus le otto corse quotidiane previste. Infatti, attualmente, le corse regolari sono soltanto tre al giorno. Il trasporto pubblico è di fondamentale importanza per ridurre il traffico veicolare verso la Marina d’Aequa che blocca, di fatto, la viabilità dell’intera strada Statale Sorrentina. Anche su questo nevralgico settore il Consorzio Marina d’Aequa si è reso disponibile al fine di contribuire alla copertura delle spese.

Al centro della discussione c’è stata, inoltre, la questione rifiuti. Dato il numero elevato di bagnanti, si rende necessario un intervento più frequente da parte degli operatori ecologici per svuotare i cestini per la raccolta dei rifiuti ed evitare la stagnazione della spazzatura con conseguente emanazione di cattivi odori. L’amministrazione comunale ha provveduto nel contempo a predisporre un servizio di disinfezione mattutino lungo le strade della Marina d’Aequa.

I partecipanti al tavolo di lavoro sono convenuti sulla chiusura dei cancelli di accesso alle spiagge delle Calcare, Pezzolo e Postali alle ore 23 in modo da limitare i possibili atti di vandalismo.

Il sindaco Buonocore ha concluso i lavori ringraziando tutte le forze dell’ordine intervenute per la disponibilità assicurata al fine di migliorare la sicurezza, il benessere e la tranquillità della Marina d’Aequa per i cittadini e per quanti sceglieranno Vico Equense per trascorrere le proprie vacanze.