Stupro in discoteca, la rete si scatena

violenza-sessuale-disco

Il giorno dopo gli arresti, i parenti dei due ragazzi finiti in carcere con l’accusa di violenza sessuale di gruppo per lo stupro di una turista americana nel bagno di una discoteca a Sorrento, affidano ai social network la propria rabbia, e una versione dei fatti diametralmente opposta a quella della procura, per quanto accaduto la notte tra il 27 ed il 28 luglio. Convinta la difesa di Riccardo Capece da parte della sorella gemella: “Purtroppo la gente campa su queste cose ed è cattiva – lo sfogo della ragazza via Facebook – Il mio gemello è un angelo. È uno dei ragazzi più buoni e più ingenui che io conosca e non lo dico perché si tratta di mio fratello”. Poi ribadisce ciò che gli amici dell’indagato hanno affermato subito dopo avere appreso dell’arresto: “È bello come il sole – scrive – non ha bisogno di fare queste cose”. Secondo lei, l’intera vicenda, la duplice violenza sessuale nella toilette del locale sorrentino, altro non è che “un ammasso di fandonie” anzi “una bolla di sapone”.

“Vedo ai telegiornali foto di mio fratello come se fosse un camorrista – continua la ragazza –, ma lui è un signore, un gentiluomo, e nessuno meglio di me lo conosce. Invito tutti a chiudere la bocca e a pensare ai loro problemi: A mio fratello ci pensiamo io e la mia famiglia. Dio è grande”. La notizia, d’altronde, ha prodotto grande clamore a Caserta, dove i Capece sono molto conosciuti, in quanto titolari di una catena di ristoranti con sedi anche a Milano e soci di un’azienda che si occupa di ecologia. Anche per tutelare il buon nome della propria famiglia la giovane arriva a sostenere che la turista abbia denunciato il fratello e l’amico “inventandosi tutto”, tesi condivisa da molti dei loro amici.

Allo stesso tempo, però, sempre sui social network, si registra anche una vera e propria aggressione verbale nei confronti degli indagati. È il profilo Instagram di Francesco Franchini ad avere assunto, nella giornata di ieri, la fisionomia di un ricettacolo di insulti. Appena la notizia ha iniziato a circolare, diversi contatti hanno lasciato commenti poco lusinghieri sotto le ultime foto pubblicate dal ragazzo, augurandogli ogni male.