Strade colabrodo, dopo le piogge degli ultimi giorni crepe e voragini ovunque

Tombino

SORRENTO. Le strade di Sorrento versano in condizioni indecenti dopo il nubifragio e le continue piogge che negli ultimi giorni si stanno riversando sulla penisola sorrentina.

 

In quasi tutte le zone dove erano stati effettuati i lavori per la metanizzazione ora l’asfalto è pieno di fossi e crepe. Nelle frazioni collinari la situazione è ancora peggio, a Casarlano già da ieri si è provveduto rappezzare la strada. Un tombino nella zona di Cesarano, all’altezza del ristorante “Le Macine”, presenta attorno delle crepe profonde circa 10 cm. Una situazione pericolosa perché molte di queste buche si trovano in curva o in zone che si percorrono a velocità sostenuta.

Intanto le condizioni meteo sembrano essere in miglioramento secondo il meteo.it: Nel pomeriggio le piogge dovrebbero essere di lieve entità, mentre da stasera il tempo dovrebbe migliorare in tutta la Regione.

Prosegue, nel frattempo, la conta dei danni alle attività commerciali della penisola.  Molti esercenti hanno dovuto far intervenire i periti assicurativi. Lungo il corso Italia alcuni negozi sono stati invasi dall’acqua, a Piano alcune attività hanno impiegato l’intera giornata di ieri per liberare i magazzini dal fango.

Un piccola catastrofe che ha messo in luce le tante carenze strutturali e organizzative della penisola e l’incapacità di fronteggiare le emergenze. 

RIPRODUZIONE RISERVATA