Nuovo stop alla riapertura della funivia del Faito

funivia-Faito

VICO EQUENSE. Si allontana l’ipotesi di una ripresa dell’esercizio della funivia del Faito. Le difficoltà economiche incontrate dalla Regione Campania, per intervenire sui costi di gestione, sono emerse nel corso di un vertice tenutosi presso il centro direzionale di Napoli, alla presenza dei sindaci di Castellammare, Vico Equense e Pimonte.

“Esprimiamo profondo rammarico e sconcerto – affermano Maria Rita Auricchio e Nicola Corrado, rispettivamente vicesindaco e assessore all’Ambiente della giunta stabiese -, per l’atteggiamento dell’ente regionale. Dopo 4 mesi di incontri inutili, ieri è emersa con chiarezza l’indisponibilità a sostenere questo progetto. Quando non si ha il coraggio di affrontare le questioni politiche che riguardano pezzi di territorio e comunità di cittadini si convocano i tavoli tecnici, si perde tempo, con un gioco di puro illusionismo si simula un impegno concreto per la risoluzione del problema per poi arrivare al punto di partenza con un nulla di fatto”.

I sindaci dei tre Comuni in cui ricade la giurisdizione del Faito chiedono maggiore chiarezza agli enti superiori. “Se la decisione politica è quella di dismettere tutto lo devono dire senza furbizie – affermano -. A questo punto però hanno il dovere di predisporre un bando per un project financing, allo scopo di ricercare sul mercato nazionale ed internazionale investitori privati che, in maniera concreta, possano rilanciare un posto meraviglioso quale è il Monte Faito”.