Stazione di Sorrento, locale fittato da un anno ma niente servizi

IMG_3208

SORRENTO. Niente sala d’attesa o deposto bagagli per gli utenti del trasporto pubblico. Sul piazzale della stazione della Circumvesuviana di Sorrento transitano ogni giorno centinaia di persone, molte delle quali sono turisti – che aumenteranno notevolmente nei prossimi mesi – passeggeri costretti a subire le inclemenze del tempo e, per di più, obbligati a muoversi per le strade con le valigie al seguito perché non c’è un posto sicuro dove lasciarle.

Eppure da quasi un anno il Comune di Sorrento paga per il fitto di un locale che sorge presso lo scalo ferroviario di piazza De Curtis che, nelle intenzioni dell’amministrazione, doveva essere destinato ad accogliere, tra gli altri servizi, una sala d’attesa ed un deposito bagagli.

IMG_3205

L’idea, nel lontano 2010, balenò nella testa dell’allora vice sindaco, Giuseppe Stinga: “Non possiamo lasciare i turisti in attesa sotto il sole, con i bagagli al seguito e senza nemmeno la possibilità di utilizzare toilette pubbliche”, questa la motivazione. Decisamente un presupposto che poggia su un fondamento ragionevole. Da quel momento ebbe inizio una serrata trattativa con L’Eav, l’Ente Autonomo Volturno, titolare della struttura, per ottenere la concessione dello spazio: una saletta che sorge presso i tornelli di uscita dello scalo ferroviario, attualmente inutilizzata.

Solo alla vigilia delle elezioni amministrative del 2015 è stato siglato il contratto di locazione. A maggio dell’anno scorso, infatti, in occasione dell’inaugurazione della linea ferroviaria riservata ai turisti, Campania Express, il sindaco, Giuseppe Cuomo, ha annunciato che “con i nuovi treni si punta sempre più in alto, su un turismo di qualità, che necessita però di servizi all’altezza della fama delle nostre località. Per questo, nelle immediate vicinanze della stazione, il Comune di Sorrento provvederà a breve ad allestire alcuni locali da adibire a sala di attesa e di accoglienza per l’utenza di autobus e treni, con servizi igienici, deposito bagagli ed un presidio di agenti di polizia locale. Il tutto per migliorare la qualità dell’accoglienza e garantire la necessaria sicurezza dei nostri ospiti”. Poi il pagamento di canoni di locazione per quasi 10mila euro e nessun indizio che facesse pensare ad un imminente inizio dei lavori di riqualificazione dello stabile.

Uno spazio che occupa una superficie coperta di circa 60 metri quadrati dove i turisti in attesa avrebbero potuto attendere la partenza dei mezzi pubblici stando comodamente seduti e godendo dei comfort che una città dalla forte vocazione per l’accoglienza come Sorrento dovrebbe garantire a coloro che la scelgono per le proprie vacanze. Di tutte queste buone intenzioni, però, ad oggi non resta altro che il cartello affisso davanti ai locali con la scritta “struttura in allestimento”.

Sullo stesso avviso c’è anche l’indicazione dei servizi che quell’immobile dovrebbe accogliere: deposito bagagli, sala d’attesa, toilette per l’utenza ed anche un presidio della polizia municipale per garantire una maggiore vigilanza e sicurezza presso la stazione ferroviaria. Invece ad oggi quegli spazi sono desolatamente abbandonati. Tutto ciò mentre i titolari degli esercizi commerciali che sorgono nei pressi della stazione della Circumvesuviana continuano a lamentare che nelle loro attività entrano più persone che necessitano dei servizi igienici che avventori. E tra pochi giorni, con l’arrivo delle festività pasquali, prenderà il via una nuova stagione turistica.