Spiaggia di San Francesco: ferragosto d’inferno tra falò e spazzatura

SpiaggiaLibera-affollata

SORRENTO. Questa volta le lamentele arrivano direttamente dagli stabilimenti confinanti con la spiaggia libera. Nella notte tra l’11 ed il 12 agosto un gruppo di ragazzi, per fare un falò, ha staccato alcune travi in legno che si trovavano dietro le cabine dello stabilimento “Peter’s Beach” e le hanno utilizzate per accendere un fuoco al centro della spiaggia.

 

In più durante la notte alcuni vandali si sono introdotti negli stabilimenti privati prendendo sedie e lettini e buttandoli in acqua dopo averli utilizzati.

Ma il culmine è stato toccato la notte di Ferragosto quando circa 200 persone hanno invaso la spiaggia di San Francesco per passare la serata in riva al mare: “Grigliate, alcol e droghe ovunque, una situazione insostenibile che ci ha spinto ad abbandonare l’idea di guardare le stelle dalla spiaggia libera, faceva davvero schifo”. Questo è il commento di un ragazzo che con la fidanzata era andato alla spiaggia di San Francesco per trascorrere una serata tranquilla a guardare le stelle.

Durante la notte sono arrivati anche la polizia e i carabinieri chiamati dai titolari dagli stabilimenti, ma ormai era troppo tardi, la maggior parte dei ragazzi si era già dileguata.

Il giorno dopo sulla spiaggia e lungo la strada che collega i vari stabilimenti sono stati trovati preservativi, siringhe, spazzatura, legna ancora accesa, escrementi e tanto altro.

RIPRODUZIONE RISERVATA