Sparviero ferito da bracconieri rimesso in libertà a Sant’Agnello

sparviero-oasi-sant'agnello

SANT’AGNELLO. Uno splendido esemplare di sparviero è tornato a volare nel corso di Urban Nature, la festa organizzata dal Wwf e dedicata a famiglie, bambini, giovani, studenti, frequentatori dei parchi, turisti e comunità locali che si è svolta nell’Oasi in città di Sant’Agnello, un parco di circa 4mila metri quadrati realizzato sulla superficie di copertura di un’autorimessa interrata del centro cittadino.

L’esemplare di accipiter nisus era stato ferito da colpi di arma da fuoco lo scorso mese di dicembre ed era stato ritrovato dai volontari del Wwf Terre del Tirreno che l’avevano immediatamente affidato alle cure degli esperti del Centro di recupero degli animali selvatici di Napoli.

È poi toccato a Claudio d’Esposito, presidente della locale sezione del Wwf ed ai carabinieri forestali della stazione di Castellammare di Stabia, agli ordini del comandante Raffaele Starace rimettere in libertà lo sparviero alla presenza del sindaco di Sant’Agnello, Piergiorgio Sagristani e di alcuni esponenti di Giunta e Consiglio comunale.