Spaccio in Piazzetta a Capri, arrestato pusher

cocaina

CAPRI. Un pusher bloccato dai carabinieri mentre cedeva una dose di cocaina ad un assuntore. L’operazione dei militari in servizio sull’isola è avvenuta nel tardo pomeriggio di sabato, tra centinaia di persone sedute ai tavolini dei bar della più famosa Piazzetta del mondo e mentre dalle scale della chiesa scendeva una coppia di sposi con gli invitati al seguito. Nessuno però ha notato la scena, grazie alla discrezione dei militari che si sono mossi in borghese.

Quello di ieri è il quarto arresto per spaccio di stupefacenti avvenuto a Capri nel mese di luglio. Secondo gli investigatori ci sarebbero alcune organizzazioni camorristiche pronte ad accaparrarsi nuovi mercati per la droga. E l’isola dei vip fa gola a tutti sotto questo punto di vista considerando che qui una dose può essere venduta a un prezzo superiore anche di tre volte rispetto alla terraferma. In pratica, un grammo di polvere bianca, normalmente venduto a cento euro, a Capri può costare trecento euro.

L’arresto di sabato non è avvenuto a caso. C.S., 30enne di Scafati, con a suo carico precedenti penali specifici, al lavoro come garzone in un’attività commerciale delle zone alte dell’isola, era nelle mire degli inquirenti che da tempo seguivano i suoi movimenti. Dopo l’arresto i militari dell’Arma si sono recati presso il domicilio del giovane che si trova proprio a pochi passi dalla Piazzetta, dove hanno effettuato un’accurata perquisizione. Verifiche che hanno portato a rinvenire 50 grammi di cocaina, una parte di questa già ripartita in dosi. In un cassetto, inoltre, c’erano circa tremila euro in contanti, secondo i carabinieri provento dell’attività di spaccio.

Droga e denaro sono stati posti immediatamente sotto sequestro. Il 30enne, invece, dopo gli adempimenti e le formalità di rito è partito alla volta di Napoli dove è stato rinchiuso nel carcere di Poggioreale. Oggi sarà ascoltato dal magistrato nell’udienza di convalida.