A Sorrento raffica di denunce per abusi edilizi

abusivismo-edilizio

SORRENTO. Nove persone denunciate e sei ordinanze di demolizione emesse dagli uffici comunali. Sono i risultati del nuovo blitz contro “mattone selvaggio eseguito negli ultimi giorni dagli agenti della polizia municipale.

Nella zona collinare al confine con Sant’Agnello un uomo di 46 anni è stato denunciato per la realizzazione di una tettoia, una stalla, un muro di contenimento e un basamento, tutti interventi sprovvisti di autorizzazioni. Nel rione Santa Lucia un pensionato 73enne è stato deferito all’Autorità giudiziaria per la costruzione di un deposito. In una proprietà di via Arigliola, invece, due persone sono state denunciate a causa della realizzazione di una scala di accesso al piano seminterrato.

Ma non mancano gli abusi anche nel centro storico. Lungo il corso Italia, un 53enne è stato deferito per la realizzazione di un volume in blocchi di lapilcemento con copertura in lamiere coibentate ed anche di una tettoia. In via Nastro Verde, la legale rappresentante di una società e un 53enne sono stati denunciati per la violazione dei sigilli presso un cantiere già posto sotto sequestro oltre un anno e mezzo fa. I due avrebbero continuato i lavori sistemando una porta a un locale. In più è emersa l’installazione di un corrimano, il completamento di un locale interno, rifiniture ad attrezzature e macchinari con il completamento di una piscina. Infine, in via Santa Maria delle Grazie, un uomo è stato denunciato per la costruzione di una struttura in ferro coperta
da pannelli di policarbonato, mentre a via Li Schisani, una donna è stata denunciata per la costruzione di un varco carrabile.

Gli uffici del dipartimento Antiabusivismo del Comune di
Sorrento, inoltre, hanno emesso sei ordinanze di demolizione di abusi edilizi e ripristino dello stato dei luoghi a carico di soggetti già finiti nelle maglie dei controlli nei mesi scorsi.