Il Sorrento piega il Roccelle in rimonta, ma sugli spalti monta la polemica

sorrento-calci4

SORRENTO. Un nostro lettore ci aveva chiesto di pubblicare un articolo per invogliare le persone a venire allo stadio nella domenica senza serie A, per essere vicini al Sorrento, che mai come in questo momento aveva bisogno dei suoi tifosi per portare a casa i tre punti contro il Roccelle. Alla fine la vittoria è arrivata. La partita è finita 3 – 2 per i costieri. Il ritmo del primo tempo è gradevole in mediana, ma stucchevole negli ultimi sedici metri. Nella ripresa Criniti e poi Dorato tagliano le gambe ai rossoneri, che dopo 12 minuti della ripresa sono sotto di due gol.sorrento-calcio
A questo punto succede qualcosa. Dalla tribuna centrale vola qualche parola di troppo all’indirizzo dei giocatori di Sosa. Qualcuno non riesce a contenere la rabbia e “sputa” verso i calciatori. Un gesto sgradevole che però sortisce un effetto immediato.

Il Sorrento prima accorcia le distanze con La Rosa al ’20 che dopo il gol lancia chiari messaggi alla tribuna centrale. I rossoneri spingono e al ’40 trovano il pari grazie al gol di Maio. Sembrava finita ed invece al ’46 Vitale segna il gol partita. Dopo che la palla entra rete il giocatore rossonero corre verso la tribuna, sale sulla rete di protezione del terreno di gioco, ed urla tutta la sua rabbia verso i sostenitori.

Un gesto brutto, anzi bruttissimo, forse liberatorio, ma che certo non è piaciuto a nessuno. Allo stadio c’erano anche tanti bambini e questo non è il calcio che una città come Sorrento merita.

Nel finale di gara da sottolineare l’espulsione di Vitale.sorrento-calcio89

I tifosi pagano un biglietto e allo stadio sono liberi di fare ciò che vogliono finché si resta nei limiti dell’educazione e del rispetto. Allo stesso modo i calciatori non devono permettersi di reagire in questo modo alle provocazioni di quei pochi “pseudo tifosi”, delusi e amareggiati da una società che dopo due retrocessioni non sembra essere in grado di pianificare un progetto per il futuro. Una vittoria fondamentale che avrebbe dovuto rendere felici tutti e che invece ha lasciato l’amaro in bocca. Con la sconfitta del Neapolis contro la Battipagliese e il pareggio dei Tiger sul campo del C.M. Uffugo, il Sorrento ha recuperato importanti posizioni in classifica, ma sopratutto si è avvicinato al gruppo di metà classifica.