Sorrento piange Martino Di Leva

di-leva

SORRENTO. La città del Tasso perde un altro dei suoi figli più illustri. Martino Di Leva, storico imprenditore impegnato in svariate attività, è scomparso oggi all’età di 85 anni. Durante i primi anni Settanta ha avuto l’intuizione, insieme ad un gruppo di soci, di fondare l’Hotel Michelangelo, una delle strutture ricettive di maggiore richiamo di Sorrento.

Ma Martino Di Leva ha operato in molti ambiti, dagli impianti elettrici al commercio, passando per il settore immobiliare, lasciando ovunque un segno tangibile della sua opera, appassionata e competente. Il suo impegno per la crescita umana e sociale non si è mai attenuato nel corso di 85 anni, di cui oltre sessanta vissuti accanto alla moglie Raffaella De Martino. Una famiglia numerosa con ben otto figli, Giuseppina, Antonino, Mario, Maria, Carlo, Lucia, Valeria ed Enzo. Il dolore per la prematura scomparsa di Valeria, è rimasto intatto a trent’anni di distanza dalla tragica fatalità.

“Sono appena arrivato e Londra ed ho appreso la dolorosissima notizia della scomparsa del mio fraterno amico Martino – ha scritto Raffaele Lauro nel messaggio di cordoglio alla famiglia -. Sono desolato perché non potrò esservi vicino, in questo triste momento. Martino, un galantuomo, un signore d’altri tempi, generoso, sensibile e sempre disponibile, con il cuore in mano, verso tutti. Non lo dimenticherò! Lo piango, sinceramente. Vi stringo forte forte, con un abbraccio fraterno e con sentimenti di cristiana partecipazione”.