Capri Watch, fashion accessories

Sorrento: Non abbatte abusi, sanzione da 20mila euro

comune-sorrento

SORRENTO. Doveva ripristinare lo stato dei luoghi dopo che erano venuti alla luce alcuni abusi edilizi commessi nell’immobile di sua proprietà di via Casarlano, ma l’ordinanza non è stata eseguita e così il Comune la sanziona per 20mila euro. La vicenda risale al luglio del 2014. È in quel periodo, infatti, che fu emanato il provvedimento con cui si ingiungeva ad una 50enne la demolizione entro 90 giorni delle opere realizzate in assenza di titolo legittimante. Ordinanza che arrivava dopo che gli uffici del Comune di Sorrento avevano accertato che l’intervento era stato eseguito senza autorizzazione peraltro su un immobile per il quale era stata presentata una domanda di condono.

Ad oggi, quindi, come si legge nella relazione del tecnico dell’ufficio Antiabusivismo, l’architetto Angela Schisano, “le opere abusive non sono state oggetto di rimozione con conseguente ripristino dello stato dei luoghi entro il termine assegnato, né in ordine alle medesime è stato nelle more richiesto e conseguito titolo abilitante in sanatoria”. Inoltre “l’ordinanza è all’oggi valida ed efficace”.

In ragione di tali rilievi il dirigente ad interim del IV dipartimento del Comune, Antonino Giammarino ha inviato alla proprietaria dell’immobile un’ingiunzione al pagamento della sanzione di 20mila euro, somma che poi andrà ad essere inserita in bilancio nel capitolo destinato alla demolizione e rimessione in pristino delle opere abusive o all’acquisizione di aree destinate a verde pubblico.