Sorrento e Ischia tra le destinazioni più richieste sul web dai turisti

Sorrento0305gr8

Mare tricolore protagonista delle vacanze dei turisti italiani, ma anche europei, e prezzi degli hotel in crescita del 15% rispetto al 2014. È questo, in estrema sintesi, quanto emerge dall’analisi dell’Osservatorio trivago dei dati dell’estate 2015, a una manciata di giorni all’addio ufficiale alla stagione calda. Se da un lato il confronto con lo scorso anno è foriero di conferme, dall’altro non mancano novità.

Le ricerche hotel su trivago.it hanno mostrato quest’anno una netta prevalenza delle località balneari italiane. “Il clima di incertezza respirato negli ultimi mesi in alcuni Paesi dell’area mediterranea sembra aver influito nelle scelte dei turisti, ma non bisogna dimenticare l’impegno in termini di promozione e accoglienza turistica di alcune Regioni italiane, in particolare del sud”, spiega Giulia Eremita, marketing manager di Trivago Italia. La classifica delle 15 mete italiane più ricercate per soggiorni tra luglio e agosto snocciola nella sua parte alta una serie di conferme rispetto al 2014, a partire dal podio Rimini-Riccione-Lido di Jesolo. In questa graduatoria Ischia mantiene invariato il suo sesto posto 2014, mentre Sorrento perde una posizione passando dalla dodicesima alla tredicesima posizione.

Le rilevazioni del trivago Hotel Price Index (tHPI) sui prezzi delle strutture ricettive tra luglio e agosto evidenziano una crescita media delle tariffe del 15% rispetto al 2014. Lo scorso anno lo scarto sul 2013 era stato del 3%. Tra le destinazioni italiane più ricercate, è Porto Cesareo a registrare il maggior incremento delle tariffe sul 2014 (28%), seguita da Milano dove l’aumento dei prezzi si attesta in media al 28% contro il 6% dello scorso anno. Ad Ischia, dove si è passati da 180 a 219 euro per una stanza, l’incremento è stato del 22%. Meno incisivi i rincari a Sorrento: 12%, con il costo medio di una camera passato da 188 a 211 euro.