Capri Watch, fashion accessories

Sorrento: Di Prisco 6° assessore, si attende via libera dal ministero

sindaco-cuomo-firma

SORRENTO. Allargare la squadra di governo aggiungendo un sesto assessore in modo da garantire la rappresentanza di tutti i gruppi politici. È l’obiettivo al quale punta il sindaco di Sorrento, Giuseppe Cuomo, per mantenere gli equilibri in maggioranza. Per questo dagli uffici di piazza Sant’Antonino è partita una richiesta di deroga a firma della segretaria generale Elena Inserra al ministero dell’Interno.

Se il Viminale darà l’ok si potrà ampliare la Giunta, ma senza maggiori spese per le casse comunali. A tale scopo si ipotizza di tagliare del 20 per cento le indennità da 1.050 euro attualmente percepite da ciascun assessore e con le risorse risparmiate si andrebbe a finanziare il compenso del sesto componente la Giunta.

pulizia-fondali-marina-grande-sorrento-10319-5

Il recente rimpasto ha fatto sì che nella squadra che affianca il primo cittadino fossero rappresentate tutte le civiche che lo avevano sostenuto alle comunali 2015: Maria Teresa De Angelis per la lista Con noi per Sorrento, Massimo Coppola per Nuova Sorrento, Mariano Gargiulo per Grande Sorrento, Emilio Moretti per il Ponte, Rachele Palomba in quota sindaco sebbene candidata per Grande Sorrento.

L’allargamento dell’esecutivo assicurerebbe un assessorato a Rinnovamento popolare, il gruppo nato nel 2017 da una scissione all’interno della Grande Sorrento capitanato da Luigi Di Prisco. A quest’ultimo era stata assicurata la presidenza del Consiglio comunale al posto di Emiliostefano Marzuillo. Avvicendamento che potrebbe essere accantonato nel caso arrivi il via libera del Viminale al sesto assessore e conseguente ingresso di Di Prisco in Giunta.