Capri Watch - Fashion Accessories

Si chiude la stagione delle crociere, a Sorrento +25% di navi

crociere-sorrento

SORRENTO. Quasi un 40 per cento di navi in più rispetto alle prenotazioni inoltrate dai tour operator alla Guardia Costiera ed il 25 per cento in più nei confronti del 2015. Numeri che sembrano sancire che la crisi del mercato delle crociere a Sorrento potrebbe essere ormai alle spalle. Negli ultimi anni, infatti, si è registrato un lento quanto inesorabile calo negli approdi davanti alle coste della penisola. Si è passati, così, dalle 150-160 unità che gettavano l’ancora nello scorso decennio, al record negativo del 2015 con appena 83 natanti.

crociere

E per quest’anno i presupposti erano tutt’altro che incoraggianti. Alla vigilia del primo approdo, il 9 aprile scorso, quando al largo di Marina Piccola è arrivata la Silver Cloud, lussuoso natante battente bandiera della Bahamas e appartenente alla compagnia di navigazione monegasca Silversea, erano appena 74 gli accosti previsti. Poi, nel corso della stagione, la netta inversione di tendenza attestata dai dati forniti dall’Ufficio locale marittimo di Sorrento guidato dal comandante Enrico Staiano. Si è arrivati, così, alle 102 navi effettivamente giunte a Marina Piccola. L’ultima del 2016 getta l’ancora domani ed è la Star Legend che fa capo al gruppo statunitense Windstar Cruises.

Ripresa degli accosti che si traduce in un numero maggiore di turisti sbarcati con i tender. Al momento i dati sono ancora ufficiosi, ma dovrebbero essere circa 57mila i croceristi giunti a Sorrento. In deciso aumento rispetto ai 48mila dello scorso anno. Determinanti per questa inversione di tendenza le decisioni assunte dai tour operator e dalle compagnie di navigazione nel corso della stagione basate principalmente sull’evoluzione delle situazioni geopolitiche che si vivono nell’ambito del bacino del Mediterraneo. In particolare l’innalzamento dello stato di allerta per il rischio di attentati portato a livello 2. Questo ha provocato un aumento dei costi per la sicurezza degli scali portuali ed una maggiore convenienza nell’approdo in rada, così come avviene a Sorrento.

crociere-sorrento-18

Lo sbarco dalle navi di un numero maggiore di croceristi rispetto agli ultimi anni ha ricadute positive sulle attività commerciali della zona: in primis bar e ristoranti, ma anche negozi di souvenir e di prodotti tipici che hanno visto incrementarsi il loro giro d’affari. “Siamo molto contenti di questa inversione di tendenza – commenta il presidente dell’Ascom di Sorrento, Francesco Parisi – anche perché abbiamo constatato che un numero sempre maggiore di turisti si ferma in città, anziché partecipare alle escursioni organizzate”.

Gli stessi commercianti contribuiscono anche a ricevere nel modo migliore i passeggeri delle navi. A Marina Piccola, infatti, in concomitanza con l’arrivo delle navi viene istituito un servizio di accoglienza con il contributo dell’assessorato al Marketing territoriale del Comune. Ai croceristi vengono distribuiti degli omaggi – una rosa per le signore ed un limone tipico di Sorrento per gli uomini – ed una guida della città in due lingue: italiano ed inglese, il tutto contenuto in colorate borse di tela tipo shoppers.

security-porto-sorrento-vigili-urbani

Ora, intanto, è già il momento di pensare al prossimo anno. Il primo obiettivo è quello di risolvere il problema della security portuale dopo i problemi vissuti nel corso dell’estate quando gli agenti della polizia municipale di Sorrento, su indicazione del ministero degli Interni, hanno dovuto lasciare il servizio a favore di un’azienda di vigilanza privata poi rimossa perché mancante dei requisiti ed i vigili tornati a garantire la sicurezza dei passeggeri delle navi nell’ultimo scorcio di stagione. Nelle prossime settimane sarà pubblicato il bando per aggiudicare definitivamente l’attività ad un’impresa specializzata.