Si apre oggi la Festa a Vico con 130 chef da tutta Italia

festa-a-vico1

VICO EQUENSE. Torna uno dei momenti più amati dal mondo enogastronomico del Belpaese: Festa a Vico, iniziativa ideata 13 anni fa da un giovanissimo Gennaro Esposito. Kermesse che, secondo gli esperti, da sola ha avuto più importanza nel promuovere la penisola sorrentina e la Campania di tutte le iniziative degli assessorati al Turismo degli ultimi vent’anni.

Il cuoco bistellato della Torre del Saracino è riuscito a coniugare lo spirito ludico delle nostre terre creando un evento al quale è impossibile rinunciare sei ami la gastronomia: cuochi, giornalisti, produttori di vino, si ritrovano in un clima rilassato in riva al mare di fronte al Vesuvio in uno spirito scanzonato, senza stress. Un po’ come avviene con le Strade della Mozzarella a Paestum, con la differenza che qui la festa è aperta al grande pubblico che scorazza nelle strade di Vico Equense in allegria e provando le migliori cucine italiane.

festa-a-vico

Si comincia stasera con la “Repubblica del cibo” anche quest’anno nel cuore della cittadine della costiera. Gli oltre 130 chef emergenti animano le vie del centro e sono ospitati dai negozi che danno vita a una nuova formula di ristorazione: si mangiano piatti presso il fioraio, il giornalaio e le boutique di abbigliamento. Un modo originale per raccogliere la sfida di un cibo possibile per tutti, facile ma non banale. Una sagra nel senso originale del termine: celebrare il Made in Italy a Vico Equense.

La sera c’è la grande cena di beneficenza con i grandi chef. Martedì ci sarà La notte delle stelle sul lungomare di Marina d’Aequa, dalle 20 dove si possono provare i piatti di oltre 100 chef stellati con la Pizza delle Stelle dei Maestri pizzaioli e lo street food. Conclude la serata all’interno del Complesso turistico Le Axidie, Dessert Storm, dolce momento a cura di oltre 20 chef pasticcieri tra i migliori della ristorazione italiana: per partecipare l’offerta minima a una delle quattro Onlus è di 120 euro, ma ne vale davvero la pena vista la qualità e la varietà dell’offerta. Un altro momento, questo a invito, è il pranzo dei giovani emergenti, previsto martedì.