Sequestrata sala scommesse nel centro di Meta

salagiochisequestrataaMeta

META. Aveva aperto i battenti solo qualche mese fa, ma è già stata sequestrata dalla guardia di finanza. Si tratta della sala scommesse che si trova in piazza Vittorio Veneto, nel centro cittadino di Meta.

Le fiamme gialle, nel corso di una serie di controlli sull’attività, hanno verificato che il titolare non era in possesso delle necessarie autorizzazioni. Per questo motivo nei suoi confronti è scattata la denuncia a piede libero per “esercizio abusivo di giochi e scommesse”.

La sala, che si sviluppa su di una superficie di 32 metri quadrati, è dotata di sei postazioni telematiche, oltre che di stampanti per le ricevute, monitor per visualizzare le quotazioni, promemoria e ricevute delle giocate e dei pagamenti, il tutto per consentire agli scommettitori di effettuare le puntate on line. Nel corso dei controlli i finanzieri hanno anche individuato alcuni utenti dei servizi offerti dalla sala giochi mentre scommettevano attraverso un sito internet non autorizzato ad operare su territorio italiano, che fa capo ad un allibratore estero.

Nei 4 mesi in cui è rimasto operativo il centro ha avuto un giro d’affari di oltre 77mila euro. L’operazione è stata condotta dagli uomini delle fiamme gialle di Massa Lubrense, coordinati dal tenente Andrea Baldassarro, che si sono avvalsi dell’ausilio di funzionari dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli di Stato di Napoli.